Mercoledì, 12 Maggio 2021
Le ultime notizie sulla pandemia

Coronavirus, il bollettino di oggi 4 maggio: 305 morti e 9.116 contagi. Ecco i nuovi casi Covid e i focolai Regione per Regione

Gli aggiornamenti sull'emergenza coronavirus in Italia nel bollettino del ministero della Salute di oggi martedì 4 maggio 2021. I nuovi casi, i decessi e i numeri dei ricoveri e dei vaccinati: aggiornamenti in diretta dalle Regioni

Il bollettino coronavirus di oggi 4 maggio 2021

Coronavirus, il nuovo bollettino coronavirus del Ministero della Salute di oggi martedì 4 maggio 2021 registra oggi 305 morti e 9.116 contagi su 315.506 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia. I pazienti ricoverati terapia intensiva per il Covid in Italia sono 2.423, in calo di 67 unità rispetto a ieri nel saldo quotidiano tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono stati 136 (ieri 121). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 18.176 persone, in calo di 219 unità rispetto a ieri. La regione con più casi è la Lombardia (+1.354), seguita dalla Campania (+1.331), dalla Puglia (+1.028), dalla Sicilia (+902) e dal Lazio (+803).

L'ultimo bollettino coronavirus di ieri lunedì 3 maggio registrava 5.948 casi su 121.829 tamponi e 256 decessi. 2.490 i pazienti ricoverati terapia intensiva mentre nei reparti ordinari sono invece ricoverate 18.395 persone. Ieri le Regioni con il maggior numero di contagi sono state la Campania (959), la Sicilia (734), il Lazio (661) e l'Emilia-Romagna (641)

Tutte le ultime notizie di oggi

Ma veniamo dunque ai dati di oggi.

Coronavirus, il bollettino di oggi martedì 4 maggio 2021

articolo aggiornato alle ore 17:41 clicca qui per aggiornare la pagina 

Il bollettino coronavirus di oggi martedì 4 maggio 2021 (Pdf)

bollettino coronavirus oggi 4 maggio 2021-4

I focolai di coronavirus: i dati regione per regione

Ecco gli aggiornamenti in diretta dalle singole regioni iniziando dalle situazioni più calde.?

Di seguito le zone in area rossa*:

  • Valle d'Aosta: 25 nuovi casi e nessun decesso. Saldo ospedalizzati: Ti (9), ricoveri (42)

*Che cosa si può fare in zona rossa.
Gli spostamenti permessi solo per validi motivi dalle 5 alle 22, sempre con autocertificazione. Vietato anche andare i visita dagli amici/parenti. Scuole aperte fino alla prima media. Le lezioni di seconda e terza media, licei, istituti tecnici si svolgono esclusivamente in modalità a distanza.

Di seguito le zone in area arancione**:?

  • Puglia: 1.028 nuovi casi e 34 decessi. Saldo ospedalizzati: -30 (1.782)
  • Sicilia: 902 nuovi casi e 25 decessi. Saldo ospedalizzati: ti stabili (160) ricoveri -26 (1152)
  • Basilicata: 74 nuovi casi e 2 decessi. Saldo ospedalizzati: ti -2 (9), ricoveri stabili (163)
  • Calabria: 302 nuovi casi e 5 decessi. Saldo ospedalizzati: stabili. Ti 40, ricoveri 439 ). Focolaio in una rsa a Castrolibero dove sono risultati positivi 30 anziani ultraottantenni. Già vaccinati con una dose sono tutti asintomatici.
  • Sardegna: 104 nuovi casi e 5 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -4 (47), ricoveri -4 (354)

**Che cosa si può fare in zona arancione.
Gli spostamenti sono permessi dalle 5 alle 22, autocertificazione per uscire dal proprio comune. Scuole aperte, ma licei e istituti tecnici in Dad almeno al 50 per cento. Per bar e ristoranti asporto dalle 5.00 alle 18.00 senza restrizioni. ono chiusi tutto il giorno, consentito l'asporto. Aperti invece i negozi, i parrucchieri e i centri estetici. Consentito lo sport non di contatto come il tennis

Qui potete scaricare il modulo di autocertificazione per gli spostamenti 

Le zone in area gialla***:

  • Piemonte: 637 nuovi casi e 28 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -6 (188), ricoverati -6 (1981)
  • Liguria: 161 nuovi casi e 10 decessi. Saldo ospedalizzati: +9 (Ti 62, ricoveri 549)
  • ?Lombardia: 1.354 nuovi casi e 41 decessi. Saldo ospedalizzati: ti -10 (525), ricoveri +48 (3.263)
  • Trentino: 87 nuovi casi e nessun decesso. Saldo ospedalizzati: ti (17) ricoveri stabili (85)
  • Alto Adige: 105 nuovi casi e 2 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti , ricoveri
  • Veneto: 721 nuovi casi e 16 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -5 (178), ricoveri -22 (1.186) 
  • Friuli Venezia Giulia: 133 nuovi casi e 3 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +1 (33), ricoveri -1 (210)
  • Emilia Romagna: 488 nuovi casi (il numero più basso da ottobre) e 24 decessi. Saldo ospedalizzati: -72. Dal 19 aprile boom dei contagi (+48,3%) rispetto ai 15 giorni precedenti.
  • Marche: 204 nuovi casi e 6 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti stabili (69), ricoveri -7 (406)
  • Toscana: 503 nuovi casi e 25 decessi. ti -12 (237) ricoverati -52 (1.503)
  • Umbria: 98 nuovi casi e nessun decesso. Saldo ospedalizzati: Ti stabili (28), ricoveri -6 (165)
  • Abruzzo: 85 nuovi casi e 5 decessi. Saldo ospedalizzati: ti -8 (26), ricoveri -11 (349)
  • Lazio: 803 nuovi casi e 36 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -4 (271), ricoveri (2.185)
  • Campania: 1.331 nuovi casi e 38 decessi. Saldo ospedalizzati: ti (128), ricoveri (1.480)
  • Molise: 5 nuovi casi e Saldo ospedalizzati: Ti stabili (9), ricoveri -2 (29)

***Che cosa si può fare in zona gialla.
Ristorazione con consumo al tavolo esclusivamente all'aperto. Al chiuso dal 1 giugno e solo a pranzo. Sì a sport all’aperto, anche di squadra e di contatto, ma senza poter utilizzare gli spogliatoi. Piscine dal 15 maggio, palestre l'1 giugno. Riaprono musei, cinema, teatri e live club ma con limitazioni di spazio. Fino al 15 giugno un solo spostamento una volta al giorno verso un'abitazione privata, in un massimo di 4 persone. Scuole aperte, superiori in presenza almeno al 70%. 

Le zone in area bianca****:

****Che cosa si può fare in zona bianca.
Decade il coprifuoco. Le attività di ristorazione avranno la possibilità di apertura serale fino alle 23, i bar fino alle 21. Aperti nei fine settimana anche i centri commerciali. Riaprono musei, teatri, cinema, palestre, piscine e università.

Coronavirus, le ultime notizie

Trovato il progenitore del virus SarsCov2: è stato chiamato proCoV2 e le sue varianti circolavano in tutto il mondo già nell'ottobre 2019. Era una sorta di 'madre' di tutta la famiglia del coronavirus SarsCoV2 responsabile della pandemia di Covid-19. Lo studio, pubblicato sulla rivista Molecular Biology and Evolution, si deve alla Temple University di Philadelphia.

Come investigatori, i ricercatori guidati da Sudhir Kumar si sono messi sulle tracce genetiche del coronavirus e, risalendo indietro nel tempo sulla base delle mappe genetiche, hanno scoperto che molti membri della famiglia di quello che sarebbe diventato il virus SarsCoV2 erano già presenti in tutto il mondo mesi prima dei primi casi identificati in Cina a Wuhan a dicembre 2019. Il progenitore del virus risalirebbe alla fine di ottobre 2019 e spiegherebbe la sua diffusione precoce in molti Paesi, come l'Italia dove il virus era arrivato in dicembre, prima che venissero alla luce i casi di Wuhan.

La ricerca, basata sull'epidemiologia genetica, ha permesso di stabilire che il progenitore del virus SarsCoV2 è nato in Cina, dove ha dato origine a una famiglia di coronavirus che si è diffusa in tutto il mondo, nella prima fase della pandemia; di questi numerosi 'nipoti' fa parte il ceppo che ha innescato il primo focolaio di Wuhan.

Secondo gli studiosi il virus aveva già provocato in Cina delle infezioni 6-8 settimane prima dei casi di dicembre 2019. "Gli eventi di dicembre a Wuhan - commenta Kumar - hanno rappresentato il primo evento di superdiffusione di un virus, che aveva tutti gli strumenti necessari per provocare una pandemia"..

 

Continua a leggere su Today.it

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il bollettino di oggi 4 maggio: 305 morti e 9.116 contagi. Ecco i nuovi casi Covid e i focolai Regione per Regione

Today è in caricamento