rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Attualità Italia

Coronavirus, il bollettino di oggi lunedì 5 ottobre: 2.257 nuovi casi e 16 morti, ecco la mappa dei nuovi focolai

Gli aggiornamenti sull'emergenza coronavirus in Italia nel bollettino del ministero della Salute di oggi lunedì 5 ottobre 2020. I nuovi casi, i decessi e i numeri dei ricoveri in terapia intensiva: aggiornamenti in diretta dalle regioni

Coronavirus, il nuovo bollettino coronavirus del Ministero della Salute di oggi lunedì 5 ottobre 2020 conferma il preoccupante trend in costante aumento del numero dei nuovi casi di positività al Sars-Cov-2 che hanno portato il numero dei pazienti Covid oltre quota 58mila sui livelli di inizio maggio, ma allora l'onda era in diminuzione. Oggi è stata superata anche quota 36mila decessi mentre si registra un nuovo balzo delle terapie intensive. Calano i nuovi casi, 2.257, ma a fronte di un basso numero di tamponi, appena 60mila. La regione con più casi nelle 24 ore è anche oggi la Campania (+431), seguita da Lombardia (+251), Lazio (+248) e Veneto (+230). 

Oggi è stato riattivato il Comitato operativo della Protezione Civile che ha affrontato i mesi dell'emergenza sanitaria legata al Covid-19. Una prima riunione si è svolta questa mattina per fare il punto della situazione. Presenti il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, il commissario per l'Emergenza, Domenico Arcuri, e rappresentanti delle Regioni. Nessun cambiamento per il bollettino, i dati giornalieri saranno pubblicati tra le ore 17:00 e 18:00.

L'ultimo bollettino coronavirus pubblicato ieri domenica 4 ottobre ha destato molta preoccupazione: con 2.578 su 92.714 tamponi sono stati registrati 18 morti, che portano il totale a 35.986 da inizio dell'emergenza. Salgono ad oltre quota 300 le persone ricoverate in terapia intensiva, quasi 3600 i ricoverati nei reparti covid.

Vediamo ora nel dettaglio tutti i dati dell'ultimo bollettino. In coda all'articolo la sezione aggiornata con le ultime notizie in arrivo dalle regioni per far luce sui nuovi focolai di coronavirus e le ultime notizie sull'epidemia di Covid-19 in Italia 

Coronavirus, il bollettino di oggi lunedì 5 ottobre 2020??

  • Attualmente positivi: 58.903
  • Deceduti: 36.002 (+16)
  • Dimessi/Guariti: 232.681
  • Ricoverati: 3.487 (-103)
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 323 (+20)
  • Tamponi: 60.241
  • Totale casi: 327.586 (+2.257)
  • Articolo in aggiornamento, clicca qui per refreshare la pagina 

Il bollettino coronavirus di oggi 5 ottobre 2020 (pdf)

bollettino coronavirus oggi 5 ottobre 2020-3-2

Quanto alle evidenze regionali si registrano:

  • Lombardia: 108.316 casi totali dall'inizio emergenza (9.532 attualmente positivi) (251 nuovi casi)
  • Piemonte: 36.312 (3.423) (129)
  • Emilia-Romagna: 36.089 (5.046) (167)
  • Veneto: 28.854 (4.401) (230)
  • Lazio: 17.757 (8.142) (248)
  • Toscana: 15.764 (4.065) (185)
  • Campania: 14.768 (7.709) (431)
  • Liguria: 13.976 (1.907) (107)
  • Puglia: 8.317 (2.956) (83)
  • Marche: 8.165 (954) (22)
  • Sicilia: 7.809 (3.358) (128)
  • P.A. Trento: 6.224 (650) (49)
  • Friuli Venezia Giulia: 4.911 (868) (21)
  • Abruzzo: 4.607 (1.017) (30)
  • Sardegna: 4.317 (2.326) (88)
  • P.A. Bolzano: 3.662 (627) (17)
  • Umbria: 2.695 (706) (19)
  • Calabria: 2.086 (583) (23)
  • Valle d'Aosta: 1.346 (93) (13)
  • Basilicata: 934 (403) (14)
  • Molise: 677 (137) (2)

I focolai di coronavirus: i dati regione per regione

In attesa di conoscere intorno alle 17:00 i numeri del bollettino coronavirus comunicati dal Ministero della Salute, vediamo gli aggiornamenti in diretta dalle singole regioni

Sono 431 i nuovi casi in Campania dove il governatore De Luca ha firmato una nuova ordinanza che impone il coprifuoco per contrastare gli episodi di movida che possano generare eventuali focolai.

In Lombardia sono 251 i nuovi positivi su 8.075 tamponi, con una incidenza dei nuovi casi positivi sul totale dei tamponi effettuati del 3,1%. I morti sono stati due. 305 le persone positive al coronavirus ricoverate negli ospedali della Lombardia, in aumento di nove unità nelle ultime 24 ore. In terapia intensiva sono ricoverate 41 persone, due in più rispetto a ieri.  

In Veneto sono 230 i nuovi positivi, nessuna nuova vittima mentre salgono di quattro i pazienti positivi attualmente in area non critica.

Nel Lazio e in particolare a Roma è ancora allarme in Parlamento dove - dopo il caso a palazzo Madama dei due senatori del Movimento 5 stelle, risultati la scorsa settimana positivi al Covid - l'allarme scatta oggi a Montecitorio con la positività di Beatrice Lorenzin, deputata del Pd, e il sottosegretario agli Esteri Ricardo Merlo. Dalla provincia di Latina arriva la notizie della positività di uno dei partecipanti al comizio di Salvini a Terracina la sera del 25 settembre, per la campagna elettorale del candidato sindaco Valentino Giuliani, e la Asl di Latina ha subito attivato il tracing. Possibili provvedimenti restrittivi potrebbero essere varati a breve con minilockdown mirati per soffocare i focolai.

Caso particolare in Liguria dove 107 nuovi casi sono stati individuati su 813 tamponi diagnostici: una percentuale altissima pari al 13,16%.

++ sezione aggiornata alle ore 16:43, clicca qui per aggiornare la pagina ++

Qui di seguito le altre regioni.

Sono 167 i nuovi casi (su 5.008 tamponi) in Emilia-Romagna, dove si conta anche un'altra vittima, una donna di Modena di 84 anni con patologie pregresse. Dei nuovi casi 84 sono asintomatici e 77 erano già in isolamento al momento del tampone. Venti sono i nuovi contagi collegati al rientro dall'estero, tre da altre regioni. L'età media dei contagiati è di 40 anni. Il maggior numero di casi si registra nelle province di Piacenza (43), Modena (25), Bologna e Parma (22), Reggio Emilia (14), Ravenna (12) e 10 a Forlì. Invariato rispetto a ieri il numero dei pazienti in terapia intensiva, 11 in totale, 213 (+1) quelli in altri reparti Covid. 

Nuovo allarme in Toscana dove oggi si registrano 185 nuovi casi a fronte di un numero di tamponi inferiore rispetto ai giorni scorsi, 5.314. Oggi si registrano due decessi. Significativo è il numero dei ricoverati in ospedale: nelle aree Covid nelle ultime 24 ore si registra un incremento sia dai pazienti totali in cura (144, +19) che di quelli nello specifico in terapia intensiva (32, +6). Dall'inizio dell'emergenza sono 15.764 i contagiati, 10.531 i guariti e 1.168 i deceduti. Netto aumento oggi, inoltre, degli isolamenti domiciliari per i malati con sintomi lievi (3.921, +84) che delle persone poste in sorveglianza attiva (7.965, +267). 

In Alto Adige sono 17 i nuovi casi di positività al coronavirus su 829 tamponi. Il numero delle persone testate positive al coronavirus sale, quindi, a 3.662. I pazienti Covid-19 ricoverati nei normali reparti ospedalieri restano 21, mentre nessuno è in terapia intensiva. Sono 32 (2 in più rispetto ad ieri), invece, i pazienti in isolamento nella struttura di Colle Isarco. In isolamento domiciliare si trovano 1.799 persone, delle quali 47 di ritorno da Croazia, Grecia, Spagna o Malta. 

In Friuli il governatore Fedriga con una ordinanza limiterà la necessità di fare il test nelle scuole solamente ai casi realmente sospetti, e non a chiunque manifesti sintomi quali la febbre o la tosse, "per evitare di mandare letteralmente in tilt il sistema della prevenzione". La proposta, con tanto di linee guida, sarà presentata anche alla altre Regioni. Il protocollo nazionale attualmente prevede la necessità del tampone per qualsiasi sintomo simil-influenzale. 

Nelle Marche sono diventati 34 i pazienti 'Covid-19' complessivamente ricoverati negli ospedali (4 più di ieri) delle Marche, ma restano 6 quelli assistiti nei reparti di terapia intensiva degli ospedali di Torrette (2), Pesaro (1) e San Benedetto del Tronto (3); gli altri 28 pazienti si trovano nei reparti non intensivi di Pesaro (4), Fermo (13), Torrette (11, tra le quali una donna in ginecologia). In tutta la regione ci sono 920 persone costrette all'isolamento domiciliare, 9 in più rispetto a ieri, mentre sono 8 gli ospiti della struttura post Covid di Campofilone (Fermo). Sono 22 i nuovi positivi su 716 tamponi: sette in provincia di Fermo, sei in provincia di Ascoli Piceno, quattro in provincia di Ancona, tre in provincia di Macerata, uno in provincia di Pesaro Urbino e uno fuori regione. I nuovi casi di contagio comprendono sei soggetti sintomatici, tre contatti in ambito domestico, due contatti stretti di casi positivi, tre rientri dall'estero (Albania, Romania, Pakistan), uno riscontrato dallo screening realizzato in ambito scolastico/formativo, due dallo screening nel percorso sanitario, due da quello effettuato in ambito comunitario/assistenziale, un caso registrato in ambiente di vita/divertimento e due casi sono in fase di verifica. 

In Umbria sono 19 i nuovi positivi al coronavirus su 441 tamponi, un numero molto inferiore rispetto al solito. Non si arresta intanto la crescita dei ricoverati in ospedale, passati da 46 a 47, cinque dei quali in intensiva (ieri erano quattro). Rimangono invece 86 i deceduti mentre ci sono altri otto guariti, 1.898, con gli attualmente positivi che passano da 700 a 711. 

In Abruzzo si registrano 30 nuovi casi (di età compresa tra 10 e 87 anni) su 1244 tamponi e si registra un nuovo decesso, una 97enne della provincia di Pescara. Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 1017 (+24 rispetto a ieri). 72 pazienti (+2 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 7 (+1 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 938 (+19 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Del totale dei casi positivi, 671 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+10 rispetto a ieri), 1092 in provincia di Chieti (+3), 1947 in provincia di Pescara (+4), 853 in provincia di Teramo (+12).

In Puglia registrato 1 decesso, in provincia di Taranto. Si registrano 83 casi positivi su1.417 test: 29 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 25 nella provincia BAT, 27 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Lecce, 2 in provincia di Taranto. 4.762 sono i pazienti guariti. 2.956 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 8.317, così suddivisi: 3.327 nella Provincia di Bari; 762 nella Provincia di Bat; 780 nella Provincia di Brindisi; 1.988 nella Provincia di Foggia; 822 nella Provincia di Lecce; 574 nella Provincia di Taranto; 62 attribuiti a residenti fuori regione; 2 provincia di residenza non nota. Il DG della ASL Foggia, Vito Piazzolla, spieg che la ASL Foggia è impegnata nel monitoraggio continuo della criticità registrata presso una residenza per anziani nel comune di Ascoli Satriano.
Il Servizio di Igiene ha già sottoposto a tampone tutti gli ospiti e gli operatori della struttura. Sono risultati positivi 15 ospiti sui 23 presenti e 7 operatori sui 14 complessivi. Tutti sono stati presi in carico dalla ASL Foggia. Per 4 degli ospiti si è reso necessario il ricovero ospedaliero. È in corso una ulteriore verifica del rispetto degli standard di sicurezza adottati nella struttura.

In Basilicata sono 28 i nuovi positivi al coronavirus su 938 tamponi in Basilicata: sono 3 persone residenti a Brienza, 5 persone residenti in Puglia e li' in isolamento, una persona residente a Sant'Arcangelo e un'altra a Tramutola, 8 persone residenti a Lauria, una persona di nazionalita' estera in isolamento a Potenza e una residente nel Lazio ma in isolamento a Potenza, 8 persone, ciascuna residente a Pisticci, Matera, Maratea, Potenza, Picerno, Tolve, Lagonegro e Marsiconuovo. Nelle stesse giornate sono state registrate 12 guarigioni. I lucani attualmente positivi sono 317, di cui 288 in isolamento domiciliare. A oggi risultano 33 persone decedute, 424 guariti e 76.885 tamponi analizzati, di cui 75.959 risultati negativi. Salgono a 32 i ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane: 18 a Potenza - tra cui un guarito in attesa di dimissioni - delle quali 10 ricoverate nel reparto di malattie infettive e 8 persone nel reparto di pneumologia del San Carlo; 6 a Matera, di cui 4 persone nel reparto di malattie infettive e 2 (tra cui 1 guarito ancora ricoverato) nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale Madonna delle Grazie

In Sicilia e in particolare in provincia di Palermo è entrata in vigore oggi alle 14 la zona rossa di Villafrati. Anche il sindaco, positivo al coronavirus, è stato ricoverato in ospedale: il focolaio al momento conta ottanta persone. Altre quattro aree sono attualmente off limits, tutte sedi della Missione "Speranza e Carita'" di Biagio Conte a Palermo. 

In Sardegna si registra la morte di anziana di 77 anni a Torpé, centro di circa 3mila abitanti in provincia di Nuoro. La pensionata era stata trasferita dalla Rianimazione di Sassari a quella di Nuoro il 18 settembre, ed era risultata positiva al virus alla fine di agosto. Era madre di un oncologo nuorese. Salgono così a 157 le vittime da coronavirus accertate in Sardegna dall'inizio dell'emergenza.

Ecco infine le ultime notizie sulla pandemia raccolte nelle ultime 24 ore

Coronavirus, le ultime notizie

Buone notizie dal fronte del vaccino: oggi Ranieri Guerra, vicedirettore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità ha spiegato che ci sono almeno sei vaccini in fase "tre", con la prospettiva di una pre-registrazione che andrà a buon fine entro fine anno.

Coronavirus, la Francia corre ai ripari: mini lockdown a Parigi

Il comizio di Salvini a Terracina che è diventato un focolaio di coronavirus

Beatrice Lorenzin positiva al coronavirus

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il bollettino di oggi lunedì 5 ottobre: 2.257 nuovi casi e 16 morti, ecco la mappa dei nuovi focolai

Today è in caricamento