Lunedì, 19 Aprile 2021

Coronavirus, il bollettino di oggi: altri 274 morti, 70mila tamponi in un giorno

Gli aggiornamenti sull'emergenza coronavirus in Italia con tutti i dati di oggi. I decessi totali sfiorano le 30mila unità, ma continuano a diminuire gli attualmente positivi e le persone ricoverate

Bollettino coronavirus 7 maggio 2020: i dati di oggi

Coronavirus, il bollettino di oggi giovedì 7 maggio 2020: sono quasi 30mila i morti in Italia dall'inizio dell'emergenza coronavirus. Secondo i dati forniti dalla Protezione Civile nelle ultime 24 ore ci sono stati altri 274 decessi, per un totale di 29.958 dall'inizio della crisi. Continua a calare il numero delle persone attualmente positive, in tutto 89.624 con una diminuzione di 1.904 rispetto a ieri. Si contano inoltre 3.031 guariti nelle ultime 24 ore, per un totale di 96.276. I ricoverati con sintomi scendono a 15.174 (-595), i pazienti in terapia intensiva sono 1.311 (-22). In isolamento domiciliare si trovano 73.139 persone. I casi totali dall'inizio dell'emergenza sono 215.858 (+1.401). In tutto sono stati eseguiti 2.381.288 tamponi, i casi testati sono 1.563.557.

Qui trovate il bollettino di ieri, mercoledì 6 maggio 2020. Qui la mappa aggiornata dei contagi da Covid-19 in Italia. Qui invece trovate la mappa aggiornata in tempo reale e l'evoluzione dei contagi nel mondo.

Bollettino coronavirus di oggi giovedì 7 maggio

  • Attualmente positivi: 89.624
  • Deceduti: 29.958 (+274, +0.9%)
  • Dimessi/Guariti: 96.276 (+3.031, +3,3%)
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 1.311 (-22, -1,7%)
  • Tamponi: 2.381.288 (+70.359)
  • Totale casi: 215.858 (+1.401, +0,7%)

coronavirus-bolletino-7-maggio-2020-2

Coronavirus, i dati regione per regione

Il dato qui sotto è quello dei casi totali dall'inizio dell'epidemia (persone positive al nuovo coronavirus, vittime e guariti compresi). Tra parentesi il dato dei nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore.

  • Lombardia: 80.089 totale positivi (32.015 attualmente positivi)
  • Piemonte: 28.135 (14.469)
  • Emilia-Romagna: 26.487 (8.011)
  • Veneto: 18.553 (6.534)
  • Toscana: 9.683 (4.716)
  • Liguria: 8.645 (3.248)
  • Lazio: 7.034 (4.348)
  • Marche: 6.452 (3.247)
  • Campania: 4.541 (2.139)
  • P.A. Trento: 4.283 (910)
  • Puglia: 4.245 (2.800)
  • Sicilia: 3.288 (2.127)
  • Friuli Venezia Giulia: 3.107 (927)
  • Abruzzo: 3.072 (1.770)
  • P.A. Bolzano: 2.552 (551)
  • Umbria: 1.405 (141)
  • Sardegna: 1.324 (583)
  • Valle d'Aosta: 1.150 (130)
  • Calabria: 1.125 (633)
  • Basilicata: 383 (155)
  • Molise: 305 (170)

I morti dall'inizio dell'emergenza coronavirus sono complessivamente 14.745 in Lombardia, +134 rispetto all'ultimo bilancio fornito ieri. E' quanto emerge dai dati diffusi dalla Regione Lombardia. Sale ancora il numero dei contagi: sono complessivamente 80.089, +689 "ai quali vanno aggiunti 31 casi riguardanti il mese di aprile e rendicontati oggi".

La curva dei nuovi contagiati da coronavirus scende: il Lazio fa registrare un dato minimo, il più basso dal 12 marzo, con 39 nuovi casi da Covid-19. Di questi, 19 arrivano da Roma città con il dato più alto (9 nuovi casi) che arrivano dalla Asl Roma 3, quella che comprende anche il comune di Fiumicino. Nella provincia della Capitale, dopo il picco di ieri, la curva cala ancora con 19 casi complessivi. Ottimo, infine, il dato che arriva dalle altre città nel Lazio: Rieti, Viterbo e Latina non hanno fatto registrare nessun nuovo caso, uno solo invece a Frosinone.

E' quasi raddoppiato oggi in Puglia, rispetto a ieri, il numero dei nuovi casi positivi al Covid-19 (coronavirus). Sono 49 su 1852 test. Ieri erano 27 su 1816 tamponi. Diminuisce leggermente il numero di decessi: oggi 3, ieri erano stati 5. Il quadro dell'andamento dell'epidemia viene illustrato nel consueto bollettino epidemiologico reso noto dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro. "L'aumento relativo del numero di casi oggi registrati in Puglia fa riferimento a code di focolai già sotto osservazione principalmente in provincia di Bari: si tratta quindi di persone già in isolamento fiduciario, monitorate, asintomatiche o con sintomi lievi. Non risulta, nonostante l'aumentata attività di sorveglianza, alcun nuovo focolaio importante sul territorio regionale". Lo precisa Pier Luigi Lopalco. Dei nuovi contagiati, 29 sono della provincia di Bari; 0 nella provincia Bat; 3 nella provincia di Brindisi; 10 nella provincia di Foggia; 2 della provincia di Lecce; 2 della provincia di Taranto. Per 3 casi è in corso di attribuzione la provincia di provenienza. I 3 decessi si sono registrati uno in provincia di Foggia, uno in provincia di Brindisi, uno in provincia di Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 72.796 test. Sono 1004 i pazienti guariti (un balzo in avanti notevole, ieri erano 855) e 2800 i casi attualmente positivi. Il totale dei decessi è a 441. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4.245 così divisi: 1362 nella provincia di Bari;380 nella provincia di Bat; 600 nella provincia di Brindisi; 1098 nella provincia di Foggia; 502 nella provincia di Lecce; 270 nella provincia di Taranto; 28 attribuiti a residenti fuori regione; 5 per i quali è in corso l'attribuzione della relativa provincia. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Coronavirus, i contagiati provincia per provincia

Zero contagi in Basilicata: ieri sono stati eseguiti 653 tamponi e sono risultati tutti negativi. C'è stata, però, la 26esima vittima, una donna di 82 anni di Aliano che era ricoverata nella terapia intensiva dell'ospedale di Matera. Sono i dati del bollettino quotidiano della task force regionale. Scendono i casi attualmente positivi di Covid-19: sono 155 (-16 per i casi risultati negativi in seguito a doppio riprocessamento dei tamponi), sono 26 (+1) le persone decedute e 202 i guariti. I ricoverati negli ospedali di Potenza e di Matera sono 50 di cui 2 (-1) in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 105 (-17). Il Comune più colpito è Matera con 75 casi in tutto di contagio mentre quello con il maggior numero di vittime è Potenza con nove decessi. Dall'inizio dell'emergenza in Basilicata sono stati analizzati 16.272 tamponi. Nella regione lucana il tasso di letalità è del 6,3%, inferiore sia rispetto a quello del Sud Italia (salito dal 8,5% al 8,7%) sia a quello nazionale (13,8%).

"In Calabria ad oggi sono stati effettuati 40.806 tamponi. Le persone risultate positive al coronavirus sono 1.125 (+3 rispetto a ieri), quelle negative sono 39.681". Lo si legge nel bollettino della Regione Calabria. "Territorialmente - prosegue - i casi positivi sono così distribuiti: Catanzaro: 42 in reparto; 60 in isolamento domiciliare; 82 guariti; 33 deceduti; Cosenza: 16 in reparto; 278 in isolamento domiciliare; 137 guariti; 29 deceduti; Reggio Calabria: 16 in reparto; 2 in rianimazione; 129 in isolamento domiciliare; 97 guariti; 16 deceduti; Crotone: 7 in reparto; 32 in isolamento domiciliare; 68 guariti; 6 deceduti; Vibo Valentia: 51 in isolamento domiciliare; 19 guariti; 5 deceduti".

In Emilia-Romagna, dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus si sono registrati 26.487 casi di positività, 108 in più rispetto a ieri. I test effettuati hanno raggiunto quota 217.039 (+5.387). A fare il punto sui numeri, come ogni giorno, il commissario straordinario per l'emergenza in Emilia-Romagna, Sergio Venturi. "Per il terzo giorno consecutivo - sottolinea -, ci attestiamo su un numero intorno a 100 e spero che, nei prossimi giorni, passeremo a una crescita a due cifre". Si registrano 29 nuovi decessi: 14 uomini e 15 donne. Complessivamente, in Emilia-Romagna sono arrivati a 3.766. "Una riduzione dei decessi ancora abbastanza lenta - commenta Venturi - sono 29 di troppo: è l'unica notizia negativa". Le nuove guarigioni oggi sono 459 (14.710 in totale), mentre continuano a calare i casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi a oggi: -380, passando dai 8.391 registrati ieri agli odierni 8.011. Per un differenziale fra guariti complessivi e malati effettivi di 6.699, fra i più alti nel Paese. Le persone in isolamento a casa, cioè quelle con sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 5.435, -293 rispetto a ieri. I pazienti in terapia intensiva sono 173 (-3). Diminuiscono anche quelli ricoverati negli altri reparti Covid (-90).

In Sicilia 80 guariti e sempre meno ricoveri. E' il quadro riepilogativo, fornito dalla Regione Sicilia, della situazione nell'Isola in merito all'emergenza Coronavirus. Fra ieri e oggi sono 80 i pazienti guariti, 910 in tutto dall'inizio dell'emergenza, e si conta solo un morto (251 in totale). Sceso anche il numero delle persone contagiate: 2.127, 74 in meno rispetto a ieri. E sono sette i nuovi casi (3.288 in totale). Positivi anche i dati sui ricoveri. Degli attuali 2.127 positivi, 370 pazienti sono ricoverati, 14 in meno rispetto a ieri - di cui 21 in terapia intensiva (-4) - mentre 1.757 (-60) sono in isolamento domiciliare. Dall'inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 95.695 (+2.696 rispetto a ieri), su 85.674 persone: di queste sono risultate positive 3.288 (+7), mentre attualmente sono ancora contagiate 2.127 (-74), 910 sono guarite (+80) e 251 decedute (+1).

Nessun nuovo decesso, 243 casi positivi attuali, di cui 49 ricoverati in ospedale, 2 in intensiva, e 192 in isolamento domiciliare, 768 guariti, più 19 rispetto a ieri. Sono i numeri del bollettino quotidiano dell'emergenza Coronavirus in Valle D'Aosta. Da inizio epidemia i casi totali testati sono 6.702, di cui 1.150 positivi, 4 in più rispetto a ieri. I tamponi effettuati fino ad oggi sono 8.939, di cui 6.841 con esito negativo.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il bollettino di oggi: altri 274 morti, 70mila tamponi in un giorno

Today è in caricamento