Lunedì, 17 Maggio 2021
Le ultime notizie sulla pandemia

Coronavirus, il bollettino di oggi 9 aprile: 718 morti e 18.938 nuovi casi Covid. Ieri 203mila vaccinazioni

Il dato di oggi fortemente influenzato dai ricalcoli di Regione Sicilia che ha inserito decessi risalenti a mesi precedenti. Gli aggiornamenti sull'emergenza coronavirus in Italia nel bollettino del ministero della Salute di oggi venerdì 9 aprile 2021. I nuovi casi, i decessi e i numeri dei ricoveri e dei vaccinati: aggiornamenti in diretta dalle regioni

Il bollettino coronavirus di oggi venerdì 9 aprile 2021

Coronavirus, il nuovo bollettino coronavirus del Ministero della Salute di oggi venerdì 9 aprile 2021 registra un tragico bilancio con ben 718 morti. Si tratta tuttavia di un dato fortemente influenzato dai dati di Regione Sicilia che ha inserito decessi di mesi precedenti. Sono invece 18.938 nuovi casi Covid su 215504 tamponi (8.33% positivi) e 147469 test rapidi (0.65% positivi). Si registra un minor carico sugli ospedali con oltre settecento pazienti covid in meno di ieri e 63 posti occupati in meno in terapia intensiva al netto di quasi duecento nuovi accessi. Oggi il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro analizzando i dati del monitoraggio della Cabina di Regia ha spiegato che il livello di occupazione nelle terapie intensive "si sta stabilizzando intorno al 41% e siamo quindi arrivati sostanzialmente ad un plateau, così come per le aree mediche.Quindi ci attendiamo che inizino a decrescere anche i decessi".

Tutte le ultime notizie di oggi

L'ultimo bollettino coronavirus di ieri giovedì 8 aprile registrava 17.221 nuovi casi di contagio su 208856 tamponi (7.7% positivi) e 153306 test rapidi (0.72% positivi). 487 i decessi contro il dato-monstre del mercoledì (627) che però risentiva di alcuni recuperi. Dopo i dati "pasquali" degli ultimi giorni, che risentivano dei pochi test effettuati, sembra confermato il trend in discesa dei contagi. Ancora in calo i ricoveri: le terapie intensive che sono 20 di meno (ieri -60) con 259 ingressi del giorno, 3.663 in tutto, mentre i ricoveri ordinari calano di 465 unità (ieri -21), per un totale di 28.851. 

Coronavirus, il bollettino di oggi venerdì 9 aprile 2021

articolo aggiornato alle ore 17:47 clicca qui per aggiornare la pagina 

Il bollettino coronavirus di oggi 9 aprile 2021 (Pdf)

bollettino coronavirus oggi 9 aprile 2021-4

I focolai di coronavirus: i dati regione per regione

In attesa di conoscere intorno alle 17:00 i numeri del bollettino coronavirus comunicati dal Ministero della Salute, vediamo gli aggiornamenti in diretta dalle singole regioni iniziando dalle situazioni più calde.?

Di seguito le zone in area rossa*:

  • Valle d'Aosta: --
  • Piemonte: 1.798 nuovi casi e 37 decessi. Saldo ospedalizzati: ti -17, ricoveri -94. Passa in zona arancione
  • Lombardia: 3289 nuovi casi e 92 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -2, ricoveri -249. Passa in zona arancione: la decisione sulla base dei dati dell'incidenza "crollata" a 183 ogni centomila abitanti e un indice Rt decisamente in ribasso, soprattutto quello cumulativo a sette giorni di cui ora il Comitato tecnico-scientifico tiene conto. Questo indice sarebbe addirittura da zona gialla.
  • Friuli Venezia Giulia: 336 nuovi casi e 29 decessi. Saldo ospedalizzati: ti stabili, ricoveri -25. Passa in zona arancione
  • Emilia Romagna: 1488 nuovi casi e 36 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -9, ricoveri -134. Passa in zona arancione
  • Toscana: 1.309 nuovi casi e 33 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti-1, ricoveri -3. Passa in zona arancione
  • Campania: 2225 nuovi casi e 31 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti stabili, ricoveri -47
  • Puglia: --
  • Calabria: 512 nuovi casi e 7 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +1, ricoveri +17. Passa in zona arancione

*Che cosa si può fare in zona rossa.
Gli spostamenti permessi solo per validi motivi dalle 5 alle 22, sempre con autocertificazione. Vietato anche andare i visita dagli amici/parenti. Chiuse anche le scuole materne ed elementari

Di seguito le zone in area arancione**:?

  • Veneto: 988 nuovi casi e 38 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -10, ricoveri -56 
  • Trentino: 107 nuovi casi e 2 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -3, ricoveri -11
  • Alto Adige: 110 nuovi casi. Saldo ospedalizzati: Ti stabile, ricoveri -2
  • Liguria: 421 nuovi casi e 15 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -5, ricoveri -31.  Da lunedì 12 aprile tutta la Liguria sarà in zona arancione. Anche le province di Imperia e di Savona, abbandoneranno la zona rossa
  • Marche: 452 nuovi casi e 15 decessi. Saldo ospedalizzati: ti -9, ricoveri -4 
  • Umbria: 201 nuovi casi e 4 decessi. Saldo ospedalizzati: ti -1, ricoveri -8
  • Abruzzo: --
  • Lazio: 1363 nuovi casi  e 47 decessi. Saldo ospedalizzati: TI -14, ricoveri -55. Resterà in fascia arancione con indice Rt a 0.9 in lieve diminuzione 
  • Molise: 43 nuovi casi e un decesso. Saldo ospedalizzati: Ti -1, ricoveri stabili
  • Basilicata: 212 nuovi casi e 4 decessi. Saldo ospedalizzati: stabili
  • Sicilia: 1505 nuovi casi e 258 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +4, ricoveri +30. Da domenica e fino al 22 aprile zona rossa in tutta la provincia di Palermo
  • Sardegna: --. Da lunedì in zona rossa

**Che cosa si può fare in zona arancione.
Gli spostamenti sono permessi dalle 5 alle 22 ma con autocertificazione; sarà vietato uscire dal proprio comune. I bar e ristoranti sono chiusi tutto il giorno, consentito l'asporto. Aperti invece i negozi, i parrucchieri e i centri estetici. Consentito lo sport non di contatto come il tennis

Qui potete scaricare il modulo di autocertificazione per gli spostamenti 

Le zone in area gialla***:

***Che cosa si può fare in zona gialla.
Da lunedì 15 marzo e fino al 30 aprile la zona gialla è sospesa: valgono pertanto le prescrizioni della zona arancione. Per domani e Domenica, ultimi giorni in area gialla, sarà possibile muoversi dalle 5 alle 22. Nei bar consentito l'asporto fino alle 18. Ristoranti aperti fino alle 18 poi solo asporto o consegna a domicilio. Sarà possibile frequentare i musei ma non nei festivi (fino al 27 marzo). Consentito spostarti in visita a parenti e amici al massimo in due persone più gli under 14 e eventuali disabili a carico. Restano sospesi gli spostamenti tra le regioni anche dello stesso colore

Le zone in area bianca****:

****Che cosa si può fare in zona bianca.
Non vale la prescrizione del nuovo Dl 12 marzo. Inoltre secondo quanto prescritto dal Dpcm 2 marzo decade il coprifuoco. Le attività di ristorazione avranno la possibilità di apertura serale fino alle 23, i bar fino alle 21. Aperti nei fine settimana anche i centri commerciali. Riaprono musei, teatri, cinema, palestre, piscine e università.

Coronavirus, le ultime notizie

Questa sera il Ministro Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, firmerà le nuove ordinanze "cambia colori" del venerdì. Secondo le anticipazioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Toscana e Calabria hanno dati che consentono il passaggio dalla fascia rossa a quella arancione. La Sardegna invece passerà da arancione a rosso: lo ha annunciato in diretta tv l'assessore alla Sanità dell'Isola, Nieddu. Nella stessa fascia di rischio resteranno: Campania, Puglia e Valle d’Aosta.

Sei Regioni in zona arancione, la Sardegna in rosso: la nuova ordinanza

cambi colori oggi 9 aprile 2021-4

Oggi il ministro della salute Roberto Speranza ha auspicato che entro la fine di giugno tutta la popolazione fragile e la popolazione composta dagli over 70 sarà vaccinata e una volta raggiunto quell'obiettivo "sono ottimista sul fatto che si possano superare molti dei vincoli attuali". Insomma, per la maggior parte delle riaperture occorrerà aspettare almeno un mese. Pertanto, in attesa della conferma dell'ordinanza del ministro Speranza queste dovrebbero essere le mappe dell'Italia nei prossimi giorni.

Se sono in diminuzione i nuovi casi di Covid in Italia, il calo è tuttavia contenuto e dovuto in parte anche a un numero minore di tamponi fatti (-128.141 persone testate rispetto alla settimana precedente e -304.499 rispetto a quella ancora prima). Rimane invece alta l'allerta negli ospedali italiani in 8 Regioni per l'area medica e in 14 per le terapie intensive.

occupazione terapia intensiva-2

Secondo l'ultimo monitoraggio della Fondazione Gimbe particolarmente preoccupante è la situazione in Piemonte, Provincia autonoma di Trento, Marche, Valle d'Aosta e Lombardia. "Sui nuovi ingressi giornalieri in terapia intensiva - sottolinea Marco Mosti, direttore operativo della Fondazione Gimbe - la media mobile a 7 giorni ha iniziato la discesa, ma il valore registrato il 6 aprile (229 ingressi al giorno) rimane ancora superiore a quello di un mese fa (202 ingressi al giorno)". 

situazione pandemia italia aprile 2021-2

Preoccupante è invece la situazione della campagna vaccinale dopo le nuove limitazioni imposte al farmaco prodotto da Astrazeneca. L'obiettivo delle 500mila vaccinazioni al giorno per ora resta un miraggio rimarca la Fondazione Gimbe: Tra tagli alle forniture, temporaneo stop ad AstraZeneca e consegne trimestrali 'last minute' i numeri di marzo sono lontani dagli obiettivi del piano Figliuolo, che prevedeva di raggiungere 210mila somministrazioni al giorno a metà marzo e 300mila entro il 23 marzo. E soprattutto le 500mila somministrazioni al giorno dal 15 aprile.

Secondo il report al 7 aprile risultano:

  • Consegnate alle Regioni 14.017.310 dosi di vaccini contro il Covid, pari al 89,3% delle dosi previste per il 1° trimestre 2021.
  • Hanno completato il ciclo vaccinale con la seconda dose 3.593.223 milioni di persone, il 6% della popolazione, con notevoli differenze regionali: dal 7,7% del Piemonte al 4,7% di Campania e Sardegna.
  • Negli over 80 degli oltre 4,4 milioni di aventi diritto 1.627.429 (36,8%) hanno completato il ciclo vaccinale e 1.264.690 (28,6%) hanno ricevuto solo la prima dose, con importanti differenze regionali.
  • Nella fascia 70-79 anni degli oltre 5,9 milioni, solo 131.931 (2,2%) hanno completato il ciclo vaccinale e 853.458 (14,3%) hanno ricevuto solo la prima dose, anche in questo caso con rilevanti difformità tra le Regioni
  • I numeri di marzo sono lontani dagli obiettivi del piano Figliuolo ovvero 210.000 somministrazioni al giorno a metà marzo e 300.000 entro il 23 marzo. E soprattutto le 500.000 somministrazioni al giorno dal 15 aprile

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il bollettino di oggi 9 aprile: 718 morti e 18.938 nuovi casi Covid. Ieri 203mila vaccinazioni

Today è in caricamento