rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Il report giornaliero

Il bollettino Covid di oggi 13 gennaio 2022: 184.615 nuovi casi e 316 morti, tutti i dati

Aumentano i ricoverati con sintomi, in discesa per il secondo giorno consecutivo le terapie intensive. Arrivano i primi segnali di un rallentamento dell'epidemia

Il bollettino di oggi, giovedì 13 gennaio 2022, fa registrare 184.615 nuovi casi su 1.181.17 tamponi (antigenici e molecolari) e 316 morti. Il tasso di positività si attesta al 15,6%. In aumento i ricoverati con sintomi (+339), ma non le terapie intensive (-1) che anzi scendono per il secondo giorno consecutivo. Gli ingressi nei reparti di area critica sono stati 156.

Oggi sono state accertate meno diagnosi rispetto a giovedì scorso: il 6 gennaio erano stati rilevati 219.441 casi su un numero leggermente inferiore di test (1.138.310). Abbiamo raggiunto il picco? E' ancora presto per dirlo, ma sicuramente si tratta di un segnale che quanto meno la crescita dei contagi sta rallentando. 

Ciò nonostrante entro fine mese alcune regioni italiane rischiano di finire in zona rossa. A lanciare l'allarme è stato Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe. Al momento Sicilia, Lombardia, Piemonte, Calabria, Valle d'Aosta, Marche e Friuli Venezia Giulia sono quelle più prossime al cambio di fascia. Secondo il monitoraggio Gimbe nell'ultima settimana (5-11- gennaio) è aumentata la pressione sugli ospedali: sia in area medica con un 4.155 accessi in più, con un incremento del 31,2%, che in terapia intensiva con 285 ricoveri, con un aumento del 20,5%.

Coronavirus, il bollettino di giovedì 13 gennaio 2022

  • Nuovi casi: 184.615 (ieri 196.224, giovedì scorso 219.441)
  • Attualmente positivi: +101.458, totale 2.323.518;
  • Deceduti: 316
  • Totale deceduti: 140.188
  • Dimessi/Guariti: 
  • Ricoverati: +339, totale 17.648;
  • Ricoverati in terapia intensiva: -1, totale 1.668;
  • Ingressi del giorno in terapia intensiva: 156;
  • Tamponi: 1.181.17
  • Totale casi: 8.155.645

Bollettino Covid 13 gennaio Pdf-2

Il bollettino di oggi 13 gennaio 2022 in Pdf

Coronavirus, la mappa dei contagi 

Oggi nel Lazio, su 25.567 tamponi molecolari e 69.001 antigenici per un totale di 94.568 tamponi, si registrano 10.272 nuovi casi positivi, 34 i decessi (il dato comprende recuperi di notifiche), 1.620 i ricoverati (-9), 204 le terapie intensive (+2) e 4.207 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 10,8%". E' quanto afferma l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato, spiegando che "l'incidenza è in aumento e il valore Rt stabile, casi in diminuzione rispetto a giovedì della scorsa settimana, due giorni di seguito in calo".I casi a Roma città sono a quota 5.061.  

Sono 574 i nuovi positivi rilevati nelle ultime 24 ore in Valle d'Aosta. Si registrano anche 266 guariti e un nuovo decesso che fa salire a 493 il numero totale di morti per Covid in Valle, dall'inizio della pandemia. I positivi attuali salgono 5.848, di cui 5.788 sono in isolamento domiciliare. Aumenta anche la pressione sull'unico presidio ospedaliero della Regione: i ricoveri totali al Parini di Aosta sono 60, quattro in più rispetto a ieri, di cui 53 nei reparti ordinari e sette in Terapia intensiva. I tamponi effettuati nell'ultima giornata sono stati 2.998. I numeri sono contenuti nel bollettino di aggiornamento quotidiano diffuso dalla Regione, sulla base dei dati dell'Usl elaborati dalla protezione civile.

Sono 20.648 i nuovi casi positivi al Coronavirus in Emilia-Romagna, come comunica la Regione nell'aggiornamento quotidiano. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti balza al 28,5%. Purtroppo si registrano 38 decessi in regione, 11 dei quali nel Bolognese. Stabili i ricoveri in terapia intensiva mentre aumentano quelli nei reparti ordinari. 

La Campania fa registrare oggi 24.451 casi di positività, rilevati a fronte di 105.077 test processati (59.369 antigenici e 45.708 molecolari). A comunicarlo è l'unità di crisi della Regione, precisando che i dati tengono conto dell'aggiornamento sulle misure di quarantena e isolamento del ministero della Salute. Sono 28 i deceduti, 19 morti nelle ultime 48 ore e 10 deceduti in precedenza ma registrati ieri. Stabili i ricoveri ospedalieri in terapia intensiva, 79, mentre i ricoverati in posti letto di degenza sono 1.154, 28 più di ieri.

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 11.295 tamponi molecolari sono stati rilevati 1.357 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 12,01%. Sono inoltre 20.752 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 2.682 casi (12,92%). Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 41 delle quali 37 non vaccinate, mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti sono 369. Lo ha comunicato il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Per quanto riguarda l'andamento della diffusione del virus tra la popolazione, la fascia d'età più colpita è quella dai 50 ai 59 anni (18,30%) seguita da 0-19 anni (18,17%), 40 a 49 anni (17,70%), 30-39 anni (14,31%), 20-29 (13,86%), 60-69 (8,96%), 70-79 (4,78%), 80-89 (2,77%), 90 e oltre (1,14%). Nella giornata odierna si registrano i decessi di 11 persone

In Calabria oggi si registrano altri 3.207 nuovi positivi al Covid a fronte di 13.995 tamponi processati, I dati giornalieri relativi all'epidemia cono comunicati dai dipartimenti di Prevenzione delle Asp della Regione.

Sono 3610 (di età compresa tra 2 mesi e 105 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall’inizio dell’emergenza a 155432. Lo ha reso noto l'assessorato regionale alla sanità. Dei positivi odierni, 2565 sono stati identificati attraverso test antigenico rapido. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 1 nuovo caso (si tratta di un 63enne residente fuori regione) e sale a 2681. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 92004 dimessi/guariti (+480 rispetto a ieri).

I nuovi casi Covid registrati in Toscana nelle ultime 24 ore sono 13.151 su 77.388 test di cui 24.353 tamponi molecolari e 53.035 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 16,99% (69,3% sulle prime diagnosi). Lo rende noto il governatore Eugenio Giani. Rispetto a ieri i contagi giornalieri sono in calo, a fronte di un numero maggiore di tamponi, con un'incidenza di nuovi positivi che scende: nel precedente report i i casi erano 13.341 su 72.195 test, con un tasso di positività del 18,48% (69,6% sulle prime diagnosi).

In Sardegna si registrano oggi 1296 ulteriori casi confermati di positività al Covid, sulla base di 4856 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 20997 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 28 (1 in più di ieri). I pazienti ricoverati in area medica sono 231 (16 in più di ieri). I casi di isolamento domiciliare sono 18169 (563 in più di ieri). Si registra il decesso di una donna di 88 anni, residente a Cagliari.  

Sono 17.956 i nuovi casi di Covid rilevati in Veneto nelle ultime 24 ore, un dato ancora in calo rispetto a ieri. Dall'inizio della pandemia il totale dei contagi è 830.517. L'incidenza è dell'11,71% su 153.357 tamponi. Lo ha riferito il presidente Luca Zaia. Si contano anche 38 vittime, per un totale di 12.659. Gli attuali positivi sono 224.145, 8.950 in più rispetto a ieri. Negli ospedali sono ricoverati 1.808 pazienti (+32), di cui 1.602 (+36) in area non critica e 206 (-4) in terapia intensiva.

Sono 2.068 (612 in meno rispetto ai 2.680 di ieri) i nuovi casi di Coronavirus registrati oggi giovedì 13 gennaio 2022 in Umbria, dove diventano così 121.927 le persone risultate contagiate dall'inizio dell'emergenza sanitaria. Sono 17.232 (-1.914 rispetto a ieri) i test totali processati nelle ultime ore con un tasso di positività che passa dal 13,99% di ieri al 12%. Cresce il numero dei guariti che diventano 85.337 (+1.342), mentre salgono a 1.546 (+6) i decessi complessivi conteggiati dall'inizio della pandemia (dopo i 7 registrati soltanto due giorni fa e i 3 di ieri). 

Oggi in Puglia si registrano altri 3.218 contagi Covid su 74.753 test (4,3% incidenza) e sette decessi. I nuovi casi sono cosi' distribuiti: 1.224 in provincia di Bari, 288 nella provincia Barletta-Andria-Trani, 312 in quella di Brindisi, 486 in quella di Foggia, 614 nel Leccese, 226 nel Tarantino. Riguardano residenti fuori regione altri 54 casi mentre per altri 14 contagi non è stata definita la provincia di appartenenza. Delle 62.901 persone attualmente positive 495 sono ricoverate in area non critica e 53 in terapia intensiva (ieri erano 51).

In Basilicata, nella giornata di ieri, sono stati processati 2.609 tamponi molecolari e 985 sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 233 guarigioni, di cui 220 relative a residenti. Lo fa sapere la task force regionale. In totale sono 81 le persone ricoverate: 44 nell'ospedale San Carlo di Potenza, di cui 2 in terapia intensiva, e 37 nell'ospedale Madonna delle Grazie di Matera, ma nessuno in intensiva. Sempre ieri sono state effettuate 6.511 vaccinazioni. Al momento sono 451.989 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (81,7%), 416.806 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (75,3%) e 215.898 (39%) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 1.084.693 su 553.254 residenti.

Sono 2.654 i nuovi casi registrati in Alto Adige secondo quanto riferisce il bollettino quotidiano dell'Azienda sanitaria provinciale. In tutto sono 17.878 i tamponi analizzati. Si conferma l'aumento dei contagi nelle fasce di età più giovani: il 38% dei casi è stato rilevato nei ragazzi tra i 10 e i 29 anni. C'è una vittima, una donna ultrasettantenne, che porta a 1.325 il numero dei morti in Alto Adige da inizio pandemia. Non ci sono grandi variazioni sul fronte ospedaliero: le persone ricoverate nei normali reparti sono 74 (dato stabile), mentre sono 16 quelle in terapia intensiva (uno in meno rispetto a ieri). 58 i pazienti postacuti nelle strutture private convenzionate, ma il dato è aggiornato al 10 gennaio. Ad oggi, le persone in quarantena o in isolamento sono 20.215. 

Nella settimana tra il 3 e il 9 gennaio 2022 in Sicilia si è registrato un rilevante incremento della curva epidemica con altri 70.437 nuovi positivi al test molecolare o antigenico, con valori quasi triplicati rispetto al periodo precedente. L’incidenza cumulativa settimanale è aumentata al valore di 1.455 nuovi casi ogni 100.000 abitanti.Il tasso di nuovi positivi più elevato rispetto alla media regionale si è registrato nelle province di Caltanissetta (2.197/100.000 abitanti)  Enna (1.936), Ragusa (1.870), Messina (1.795)  Siracusa (1.662) e Agrigento (1.486).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bollettino Covid di oggi 13 gennaio 2022: 184.615 nuovi casi e 316 morti, tutti i dati

Today è in caricamento