rotate-mobile
Martedì, 6 Dicembre 2022

Dall'appalto all'internalizzazione, il call center Inps diventa "pericoloso precedente"

A rischio più di 3 mila posti di lavoro. Lo sciopero nazionale davanti al Ministero Del Lavoro a Roma di Ugl telecomunicazioni e assocontact

Nella giornata di martedì 15 novembre l’incontro tra i sindacati di categoria e il Presidente dell'Inps, Pasquale Tridico sul tema dell’internalizzazione del Contact Center dell'Istituto nazionale della previdenza sociale. Confermato il processo di internalizzazione, previsto a partire dal primo dicembre 2022, che vedrà affidare la gestione del call center alla società in house Inps Servizi Spa.

"Lo sciopero di oggi conferma le preoccupazioni di Assocontact e lancia un messaggio chiaro. - afferma Davide Natale, Vice Presidente Assocontact - INPS sta facendo a pezzi i diritti dei lavoratori nel silenzio generale. Perché nessuno interviene? Stipendi più bassi, annullamento superminimi e scatti di anzianità, abbattimento della clausola sociale con oltre cento esuberi immotivati. Il tutto per offrire un servizio peggiore ai cittadini - continua Davide Natale - con un costo più alto per lo Stato. Possibile che nessuno nel nuovo Governo si alzi per dire così non si può fare?"

Video popolari

Dall'appalto all'internalizzazione, il call center Inps diventa "pericoloso precedente"

Today è in caricamento