rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Nuovo approccio

Addio alla mappa del contagio: cambiano le regole sugli spostamenti

L'Unione Europea intende ritirare le restrizioni imposte ai viaggiatori degli Stati membri. L'imposizione di misure come la quarantena o il tampone non dipenderà più dall'area geografica ma dallo stato vaccinale

La mappa del contagio pubblicata ogni settimana dall'Ecdc (Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie) diventerà presto inutile (o quasi). La prossima settimana l'Unione Europea cambierà le regole per gli spostamenti, facendo così un passo verso un nuovo modello di gestione della pandemia che mira a ritirare le restrizioni generalizzate finora utilizzate per fermare il Covid-19. A scriverlo è il quotidiano spagnolo "El Pais", secondo cui il Consiglio dell'Unione Europea martedì sopprimerà il sistema delle mappe del contagio come guida per imporre limitazioni agli spostamenti tra Paesi, un cambiamento volto a facilitare la mobilità e a recuperare una certa normalità.

L'imposizione di misure come la necessità di presentare un test negativo o le quarantene non dipenderà più dalla provenienza geografica del viaggiatore, ma dallo stato del suo certificato Covid. Le persone che sono state vaccinate, che hanno superato la malattia o che hanno test con esito negativo potranno muoversi liberamente. La mappa di incidenza che raccoglie i casi degli ultimi 14 giorni, predisposta dal Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie e che finora ha determinato le possibilità di spostamento (pur valendo come semplice raccomandazione), continuerà ad essere aggiornata settimanalmente, ma avrà un carattere meramente informativo.

La mappa europea dei contagi: Italia è tutta in rosso scuro

La mappa viene pubblicata ogni venerdì. L'Italia è ormai completamente in rosso scuro (immagine in basso), il colore che segna il massimo rischio epidemiologico per Covid-19. Ma il rosso scuro avanza sempre di più e ha ormai quasi conquistato l'Europa, secondo l'ultimo aggiornamento dell'agenzia Ue con sede a Stoccolma. Il rosso scuro conquista metà Romania, che la scorsa settimana era ancora per intero in rosso più chiaro, fascia che segnala un rischio un po' meno grave, e l'Ungheria ora cede per intero il suo territorio al rosso scuro. La Polonia ha ancora una predominanza del colore rosso chiaro, ma la tonalità più scura si rileva in diversi suoi territori. Nessuna regione è gialla o verde, i colori che segnalano un rischio minore.

Mappa ecdc aggiornata-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio alla mappa del contagio: cambiano le regole sugli spostamenti

Today è in caricamento