Domenica, 20 Giugno 2021
Il caso

Camilla Canepa soffriva di una malattia autoimmune 

La ragazza di 18 anni deceduta dopo il vaccino AstraZeneca era affetta piastrinopenia autoimmune familiare e assumeva una doppia terapia ormonale. La somministrazione della dose era avvenuta il 25 maggio

Camilla Canepa

Ultim'ora: l'Italia ferma l'uso del vaccino Astrazeneca per gli under 60, Pfizer o Moderna per chi deve fare i richiami

Camilla Canepa, la 18enne ligure morta dopo essersi sottoposta alla vaccinazione volontaria con il siero anti-covid AstraZeneca, soffriva di piastrinopenia autoimmune familiare e assumeva una doppia terapia ormonale. Adesso toccherà agli investigatori scoprire se le due patologie fossero state indicate nella scheda consegnata prima della somministrazione del vaccino, avvenuta lo scorso 25 maggio.

Camilla Canepa soffriva di piastrinopenia autoimmune

Tra i documenti che stanno acquisendo i militari anche le relazioni dei dirigenti medici del San Martino Pelosi e Brunetti. Martedì verrà dato l'incarico ai medici legali Luca Tatjana e Franco Piovella. Ma cos'è a piastrinopenia?Nota anche come trombocitopenia o ipopiastrinemia, si verifica nei pazienti con un numero di piastrine circolanti nel sangue inferiori alla soglia di 150.000/mm3. Questa particolare malattia influenza la coagulazione del sangue  a causa della quantità ridotte di piastrine, numero che può assottigliarsi ancora di più a causa di diversi fattori.

Cos'è la Piastrinopenia autoimmune

Intanto è in corso al Policlinico San Martino di Genova l'espianto degli organi di Camilla. Secondo quanto appreso, è già stato espiantato il fegato, affidato alla staffetta appena partita per l'ospedale di Niguarda (Milano). Verranno espiantati altri quattro organi oltre al tessuto che verrà messo a disposizione dell'anatomopatologo della procura. "Un gesto ammirevole, un grande gesto d'amore", ha detto il direttore generale del San Marino Giuffrida commentando la decisione dei genitori di Camilla di donarne gli organi.

Camilla Canepa, morta dopo i vaccino AstraZeneca

Camilla è deceduta all'ospedale San Martino di Genova ieri, giovedì 10 giugno. La 18enne era stata sottoposta a due interventi, uno di neuroradiologia interventistica per rimuovere il trombo meccanicamente e successivamente c'è stato un intervento dell'équipe neurochirurgica per la riduzione della pressione cranica legata all'emorragia.

La morte di Camilla Canepa dopo il vaccino AstraZeneca e l'indagine per omicidio colposo 

Il lotto Abx1506 del vaccino anti-Covid di AstraZeneca è stato "sospeso tempestivamente in data 8 giugno, dopo la seconda segnalazione" di sospetta "reazione avversa", precisa l'azienda sanitaria della Liguria Alisa. "Ricevuta la seconda segnalazione relativa alla donna savonese di 34 anni ricoverata all'ospedale Policlinico San Martino, che ha seguito quella della giovane di 18 anni già ricoverata nello stesso ospedale genovese - informa una nota - accertata l'appartenenza delle dosi somministrate allo stesso lotto", questo "è stato sospeso in via precauzionale.

Dopo la morte di Camilla la procura di Genova ha cambiato il reato con cui era stato aperto il fascicolo che è passato da "atti relativi", a omicidio colposo a carico di ignoti. Il pubblico ministero Stefano Puppo insieme al procuratore Francesco Pinto disporranno nelle prossime ore l'autopsia che verrà affidata con ogni probabilità al medico legale Luca Tatjana e all'ematologo Franco Piovella. I due esperti hanno già eseguito gli esami sugli altri quattro casi di decessi dopo vaccini. Il primo è stato quello della docente Francesca Tuscano di 32 anni e poi di tre anziani, tra i 70 e gli 80, a cui erano stati somministrati Astrazeneca e Pfizer.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camilla Canepa soffriva di una malattia autoimmune 

Today è in caricamento