rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Cosa cambia

Cannabis, si potranno coltivare le piantine a casa (ma c'è un limite)

La commissione Giustizia ha adottato il testo base che depenalizza la coltivazione per uso personale

Un nuovo testo sulla coltivazione di cannabis è stato approvato in commissione Giustizia della Camera. "In questo modo si depenalizza la coltivazione di non oltre 4 piante ‘femmine’ in casa", ha commentato il presidente e deputato del Movimento 5 stelle Mario Perantoni. Ora si potrà cominciare a presentare gli emendamenti a questo testo base, con l'obiettivo di poterlo discutere in modo definitivo in Aula.

"La coltivazione in casa di canapa è fondamentale per chi deve farne un uso terapeutico - continua il relatore del provvedimento Perantoni -, spesso non la trovano disponibile". Inserite, inoltre, alcune modifiche per quanto riguarda le sanzioni che diminuiscono per i fatti di lieve entità, ma che aumentano nei casi più gravi. Le pene per i reati connessi a traffico e spaccio la pena aumenteranno da 6 a 10 anni di detenzione, in modo da scoraggiare la vendita illegale di cannabis.

Cannabis: cosa prevede il testo

Il testo adottato è la sintesi delle tre proposte di legge depositate rispettivamente da +Europa, M5s e Lega in commissione Giustizia della Camera. La novità più importante riguarda la non punibilità della coltivazione di piccole quantità. Di fatto, con il nuovo ddl viene legalizzata la coltivazione per uso personale di massimo quattro piante "femmine" di cannabis. Vengono depenalizzati anche i "fatti di lieve entità" attraverso una distinzione tra le varie tipologie di stupefacenti. Nel caso sia una persona tossicodipendente a commettere il reato di produzione o spaccio, il testo dà la possibilità di sostituire la pena del carcere con i lavori socialmente utili. Il provvedimento, infine, aumenta le pene in caso di associazione a delinquere e spaccio nei confronti di minorenni.

Lo schieramento delle forze politiche su questo tema appare ben definito. I partiti di destra hanno votato contro il nuovo testo base: Lega, Fratelli d'Italia, Coraggio Italia e Forza Italia. Solo Elio Vito, deputato forzista, ha votato a favore ringraziando poi su Twitter il suo gruppo per "avermi dato l'opportunità di manifestare il mio voto favorevole, in coerenza con la mia storia e le mie convinzioni radicali e antiproibizioniste". Tutti gli altri hanno votato a favore, con l'eccezione di Italia Viva che ha scelto di astenersi.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cannabis, si potranno coltivare le piantine a casa (ma c'è un limite)

Today è in caricamento