rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Trasporti

Addio mezzi pubblici senza Green Pass? Spunta il car sharing "informale"

Prende vita una rete di scambi di passaggi, offerti e richiesti, nata su Telegram, dove chi è contrario al certificato verde si sta organizzando per quando scatterà l’obbligo sui mezzi pubblici, lunedì prossimo 6 dicembre. Si rischiano multe fino a 1.000 euro su bus e metro senza certificato verde

Mostrare il Green Pass per salire sui mezzi pubblici a partire da lunedì 6 dicembre? Non se ne parla nemmeno, per molti italiani che non hanno intenzione di vaccinarsi (una scelta che si deve rispettare, visto che non c'è obbligo vaccinale). I controlli delle forze dell'ordine saranno probabilmente utopia, come vi abbiamo già raccontato. Fatto sta che il rischio di dover pagare multe salate, dai 400 ai 1000 euro, esiste. E così c'è chi si organizza per trovare strade alternative per andare a scuola e al lavoro.

Car sharing senza Green Pass: le chat su Telegram

Spunta il car sharing dei No Pass: una rete di scambi di passaggi, offerti e richiesti, nata su Telegram, dove chi è contrario al certificato verde si sta organizzando per quando scatterà l’obbligo sui mezzi pubblici, lunedì prossimo. "Il servizio più richiesto - racconta Repubblica -  è quello di accompagnare i propri figli a scuola, ma nel tam-tam social c’è anche chi chiede uno strappo per andare al lavoro e chi ha bisogno di una mano per un trasloco. Si va da Roma Monteverde a Caronno Petrusella, provincia di Varese. Ma i gruppi e sottogruppi sono centinaia, nascono e muoiono in continuazione, cambiano nome per non essere tracciati. Quartiere per quartiere, scuola per scuola".

Sono circa 15mila gli iscritti al gruppo Mva Trasporti Urbani Solidali, ma ce ne sono altri. "Ci siamo tutti svegliati in un mondo la cui tonalità di grigio sta diventando sempre più scura - si legge nel messaggio "fissato in alto" di un gruppo emiliano - Visto che dal 6 dicembre non si potrà più utilizzare il servizio di trasporto pubblico senza dover esibire il Green Pass ossia senza dover effettuare il tampone, l’obiettivo è organizzare trasporti solidali verso qualsiasi luogo di studio o lavoro, attraverso autoveicoli, furgoncini o pullman eventualmente presi a prestito o a noleggio".

Vengono condivisi fogli excel o Google Drive dove gli utenti sono invitati a indicare nickname di Telegram, tratta e orari di interesse. C'è chi chiede passaggi per andare al liceo, chi mette a disposizione la sua auto, altri gruppi si suddividono in sottogruppi per rendere più facilmente consultabili offerte di passaggi e richieste di passaggi. E' il car sharing informale al tempo del Green Pass.

Il nodo Green Pass nei bar, le ordinanze "inutili" sulle mascherine e le Regioni che rischiano la zona arancione nelle Feste

Resta da capire quanti invece, pur senza Green Pass, decideranno di correre il rischio di salire ugualmente sui mezzi pubblici. Saranno organizzate - con la collaborazione delle aziende municipalizzate che saranno chiamate a contribuire in sede di Comitato provinciale per l'ordine pubblico -  soprattutto verifiche a campione nei capolinea di autobus e presso le grandi fermate della metropolitana, nonchè nelle principali stazioni per quanto riguarda il traffico ferroviario. Pochi i controlli a bordo realisticamente, ma ci saranno anche lì, probabilmente soprattutto nelle prime due settimane, per mostrare visibilmente che i controlli ci sono. 

In quasi due anni di pandemia, il trasporto pubblico locale (tram, bus, metro, treni regionali) finora era rimasto escluso da ogni controllo. La novità dei controlli dal 6 dicembre impatta quindi come poche altre su milioni di italiani che si muovono quotidianamente. Con il Green Pass obbligatorio per tutti i mezzi pubblici, con obbligo di vaccino o tampone, decine di migliaia di studenti non vaccinati dovranno fare il tampone 3 volte alla settimana per accedere ai mezzi pubblici per andare a scuola, con conseguente maggiore spesa per milioni di famiglie. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio mezzi pubblici senza Green Pass? Spunta il car sharing "informale"

Today è in caricamento