La storia (bellissima) del ragazzo musulmano diventato carabiniere

Badar Eddine Mennani, 23enne nato a Santa Maria Capua Vetere, ha realizzato il suo sogno di entrare nell'Arma. Ha giurato fedeltà alla Repubblica

Badar Eddine Mennani, il ragazzo musulmano diventato carabiniere. Foto Ansa

Ha sempre voluto fare il carabiniere per essere al servizio dei cittadini e finalmente lo è diventato, giurando fedeltà alla Repubblica italiana, insieme ad altri 396 allievi nella cerimonia che si è svolta alla caserma Cernaia di Torino. Lui è Badar Eddine Mennani, è nato 23 anni fa a Santa Maria Capua Vetere (in provincia di Caserta), e nell'Arma ha trovato integrazione e accoglienza per lui e per le sue tradizioni.

Badar Eddine Mennani, il ragazzo musulmano diventato carabiniere

Origini marocchine della famiglia, di religione islamica, Badar - italiano a tutti gli effetti - si è presentato alla cerimonia insieme ai suoi genitori. L'immagine della mamma con il velo che gli aggiusta l'uniforme è toccante. Mentre la sorella e la madre gli hanno appuntato gli alamari sulla divisa, dietro i suoi occhi neri c'era tutta la fierezza di chi ha studiato per realizzare il suo sogno, l'orgoglio di entrare a far parte della grande famiglia dell'Arma.

"Ha incontrato i valori che sono propri di ogni famiglia", dice la mamma che, come da cerimoniale, gli ha sistemato gli alamari sulla divisa. "Mio figlio - racconta - mi ha spiegato che rappresentano ufficialmente la sua appartenenza all'Arma. Per noi è stato un onore". Per Badar i carabinieri sono sempre stati un punto di riferimento. In Campania, seguiva con passione le varie associazioni nazionali dell'Arma e a 18 anni, dopo essersi trasferito a Bergamo, ha deciso di provare il concorso.

Alla scuola Cernaia di Torino ha incontrato amici e superiori disponibili ad andare incontro anche alla sua fede, lasciandogli per esempio i permessi per organizzarsi per il Ramadan. Oggi il sogno di Badar si è avverato. E gli amici raccontano: "Ha sempre voluto mettersi al servizio degli altri".

L'Arma ricorda Emanuele, il carabiniere morto in servizio: "Per lui non ci saranno strade né piazze"

giuramento carabinieri ansa-2

Il giuramento di 397 allievi Carabinieri presso la caserma Cernaia di Torino, 22 giugno 2019. ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Loredana Bertè: "Abbiamo nascosto in soffitta Mimì per un anno"

  • Bollo auto, ecco cosa cambia davvero dal 1° gennaio 2020

  • Prende il reddito di cittadinanza ma ha un bar: la sanzione è da capogiro

  • Estrazioni Lotto oggi e SuperEnalotto: i numeri di sabato 7 dicembre 2019

  • Michelle Hunziker 'presenta' le figlie Celeste e Sole: tali e quali a mamma e papà (FOTO)

  • Ladri in casa di Luca Argentero: "Mi hanno rubato il Telegatto". Un follower lo gela

Torna su
Today è in caricamento