Lunedì, 25 Ottobre 2021
Attualità

Come ristoranti e hotel possono aggirare il divieto di andare a cena fuori a Natale e Capodanno

Nell'ultimo Dpcm era permessa la ristorazione agli hotel e l'ospitalità notturna con cena ai ristoratori. E c'è chi ne ha approfittato. Cosa succederà a dicembre?

Alla fine di ottobre abbiamo raccontato che il divieto di andare a cena fuori (sancito dalla chiusura dei pubblici esercizi alle ore 18) contenuto nel Dpcm 24 ottobre poteva essere aggirato sfruttando un buco nel decreto ministeriale, come aveva spiegato un ristoratore marchigiano

L'escamotage di ristoranti e hotel per aggirare il divieto di andare a cena a Natale e Capodanno

La norma infatti diceva letteralmente che "le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5.00 fino alle 18.00; il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi; dopo le ore 18,00 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico"; ma aggiungeva anche che "resta consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati". Bastava quindi prenotare una stanza d'albergo per quella notte per usufruire della ristorazione dell'hotel. 

Oggi Repubblica racconta che c'è chi si sta organizzando allo stesso modo anche per Natale e Capodanno attraverso lo stesso "piccolo, legalissimo" escamotage. Ovvero i ristoratori che hanno anche camere in affitto e gli hotel che hanno anche il servizio di ristorazione. La tendenza è confermata dai ristoratori che possono mettere a disposizione l’ospitalità alberghiera. E il quotidiano fa anche i nomi di chi, nel rispetto delle norme sul distanziamento dei tavoli paradossalmente mai come in questo periodo ha registrato il tutto esaurito:

A Ronzone, in provincia di Trento, Cristian Bertol, chef e titolare del Luxury Hotel Orsogrigio, immerso nella Val di Non, racconta come stiano lavorando a pieno ritmo grazie anche alla formula cena gourmet in camera, «per far sentire doppiamente al sicuro i clienti: nuovi dpcm permettendo lo stesso accadrà a Natale e San Silvestro».

Nell'articolo si fanno anche altri nomi di ristoratori e hotel che sfruttano questo escamotage. Che potrebbe essere valido in effetti anche con il nuovo Dpcm in preparazione per il 2 o il 3 dicembre, visto che sarà confermata la possibilità di offrire servizio di ristorazione per gli hotel. Per i ristoranti invece si prevede un blocco totale sia per Natale che per Capodanno. Ma ora sorge un problema: visto che c'è chi ha avuto la grande idea di pubblicizzare il tutto, è probabile che il governo ci metta una pezza. Vietando il servizio di ristorazione negli hotel proprio il 24, il 25 e il 31 dicembre. E a quel punto chi avrà già prenotato come farà?

Nuovo Dpcm 3 dicembre: lo stop ai parenti e le deroghe per residenza e domicilio nelle regole di Natale 2020

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come ristoranti e hotel possono aggirare il divieto di andare a cena fuori a Natale e Capodanno

Today è in caricamento