Mercoledì, 3 Marzo 2021
Genova

"Costruito dagli italiani...": la macabra ironia di Charlie Hebdo sul crollo del ponte Morandi

La vignetta mostra il ponte spezzato mentre a terra, tra le macerie e un'auto appena precipitata, c'è un immigrato che spazza il suolo con una ramazza

Macabra ironia del periodico satirico francese Charlie Hebdo sul crollo del ponte Morandi a Genova. L'immagine è una vignetta su sfondo giallo che mostra il ponte spezzato in alto a sinistra mentre a terra, tra le macerie e un'auto appena precipitata, c'è un immigrato nero che spazza il suolo con una ramazza. "Costruito dagli italiani... - è il commento di Charlie Hebdo - ... pulito dai migranti".

charlie hebdo genova-3

Arrivano le prime reazioni. Tra coloro che hanno attaccato il giornale satirico, il sottosegretario ai Trasporti, il ligure Edoardo Rixi: "Il giornale francese Charlie Hebdo è senza vergogna e riesce a superare ogni limite nel cattivo gusto. Questa sarebbe satira? Per me c’è solo una parola: SCHIFO", scrive su Facebook.

"Il nostro Ministro degli Esteri dovrebbe convocare l'ambasciatore francese a Roma per sapere cosa ne pensa Parigi di questo atteggiamento e pretendere le scuse e il rispetto dovuto per una tragedia che ha provocato decine di lutti". E' quanto dichiara il senatore Marco Marsilio, di Fratelli d'Italia. "Il settimanale 'satirico' (?) francese Charlie Hebd o- spiega Marsilio - pubblica in copertina una vignetta di pessimo gusto sul ponte di Genova, 'costruito dagli italiani e ripulito dagli immigrati'. Non si capisce chi dovrebbe 'ridere' con questa vignetta, se non qualche cretino sciovinista di oltrecortina. Fa riflettere che, in Francia come in Italia, gli 'intellettuali' progressisti non perdano occasione per dimostrare la loro siderale distanza dalla realtà. Già dopo il terremoto di Amatrice - continua Marsilio - Charlie Hebdo si era fatto notare per una copertina intrisa di sprezzanti luoghi comuni anti italiani senza rispetto per i morti sotto le macerie. Ora replica con Genova".

Nei giorni successivi al crollo era circolata sui social una falsa copertina del settimanale dedicata alla tragedia di Genova (nella foto qui sotto). La finta vignetta sotto accusa era stata ripresa, con alcune modifiche, da una disegnata dal vignettista italiano Ghisberto. Essa mostrava un pezzo di strada del ponte obliquo tra un pilone del viadotto, con le auto che cadevano al suolo dall’estremità inferiore e tre grossi sacchi di denaro sull’estremità superiore a fare da contrappeso: la bandiera italiana sventolava in cima al pilone. L'immagine era stata condivisa sui social ma ben presto era emerso che la copertina era un "fake".

charlie hedbo bufala-2 

L'attacco con il coltello vicino all'ex sede di Charlie Hebdo a Parigi

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Costruito dagli italiani...": la macabra ironia di Charlie Hebdo sul crollo del ponte Morandi

Today è in caricamento