Giovedì, 15 Aprile 2021

Occhi affaticati? Come proteggere la vista dagli schermi di pc e smartphone

Le ore passate davanti ai display o ai monitor sono decisamente aumentate in un periodo che ha reso necessario lo smart working: ecco i comportamenti utili per evitare o ridurre al minimo la possibilità di incorrere in disturbi agli occhi

Durante l’emergenza coronavirus lo smart working è diventata la normalità per i lavoratori chiamati a proseguire le loro attività dalle proprie case grazie a computer e tablet. Tuttavia, il ‘lavoro agile’ comporta di trascorrere ore e ore davanti ai display e ai monitor, con la conseguenza di affaticare la vista quando non si prestano le dovute attenzioni. Come spiega Valentina Pappalardo su Lecco Today, lacrimazione, arrossamento, prurito, irritazione e peggioramento della messa a fuoco sono gli effetti della cosiddetta ‘sindrome da visione al computer’ che possono essere evitati con alcuni semplici accorgimenti.

Smartphone e problemi alla vista 

Gli smartphone potrebbero essere alla base dei crescenti problemi permanenti di vista in bambini, adolescenti e giovani adulti. Negli ultimi anni, infatti, i giovani con problemi di miopia sono decisamente aumentati anche perché si tende a tenere lo smartphone troppo vicino agli occhi, nonostante la distanza consigliata sia di 27 cm. La vista dei bambini dai 7 anni in su, oltre che con il tempo passato a giocare con lo smartphone, deve fare i conti anche con le troppe ore trascorse davanti tv, internet e videogame.

Un altro fattore da tenere in considerazione per il bene dei nostri occhi è la luminosità: è importante impostare la regolazione corretta su pc, smartphone, e tablet. Per quanto riguarda la tv, oltre alla regolazione dello schermo, si consiglia di non guardarla in una stanza completamente buia, bensì in un ambiente luminoso. 

Computer

Passare molte ore davanti ai monitor può determinare problemi alla vista, poiché lo schermo dei pc e delle altre apparecchiature elettroniche che utilizziamo quotidianamente propongono un’immagine discreta, caratterizzata da continue alternanze di luci diverse che affaticano gli occhi. Altri fattori, poi, sono in grado di condizionare la nostra vista: il grado di illuminazione della stanza in cui lavoriamo e la postura adottata davanti al pc. Per tutti questi motivi, se passate gran parte della giornata davanti allo schermo, l'ideale sarebbe effettuare una visita oculistica, almeno ogni due anni, cercando di mantenere sempre una distanza dal monitor di circa 52 cm. 

Come proteggere la vista 

Oltre a problemi più seri, succede spesso che, proprio a causa dell’utilizzo di computer, smartphone e tablet, a fine giornata ci ritroviamo con gli occhi rossi e affaticati. Ecco quindi alcuni consigli utili per salvaguardare la propria vista:

  • Ogni 45 minuti concedetevi una pausa.
  • Se portate le lenti a contatto, ogni tanto fate ricorso alle lacrime artificiali.
  • Se portate gli occhiali sappiate che esistono delle speciali lenti studiate apposta per assicurare una visione chiara, nitida e confortevole.
  • Periodicamente provate a leggere chiudendo un occhio alla volta. Se notate peggioramenti, recatevi subito dal vostro medico di fiducia.

Infine, non sottovalutate la postura da mantenere davanti al pc.

  • Controllate l’altezza del tavolo e cercate di sedervi con la schiena ferma allo schienale della sedia e i piedi ben aderenti al pavimento.
  • Mantenete una corretta distanza dallo schermo.
  • Assicuratevi che l’ambiente sia abbastanza luminoso.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occhi affaticati? Come proteggere la vista dagli schermi di pc e smartphone

Today è in caricamento