Sabato, 5 Dicembre 2020

Le cose da sapere su spostamenti e autocertificazione: facciamo chiarezza

Con il coprifuoco già "attivo" in alcune regioni (e con l'ombra lunga del lockdown che incombe, ma che il governo per ora esclude) è il caso di fare il punto della situazione: quali sono le certezze, e quali invece solo le voci o indiscrezioni

Con la prospettiva più un concerta che mai di un coprifuoco nazionale, senza che nessuno sia in grando di dire oggi come oggi se sia il primo passo verso un lockdown nazionale, tornano le autocertificazioni (con avvocati che preannunciano valanghe di ricorsi) e sugli spostamenti sono in vista nuove strette, in primis nelle 8 regioni più a rischio chiusura. C'è l'ipotesi di un coprifuoco nazionale e la chiusura di bar e ristoranti alle 18 in modo che i cittadini si muovano solo per studio e lavoro.

"Non faremo nessun lockdown totale ma stiamo prevedendo misure molto più severe, perchè il numero dei contagi è piuttosto preoccupante. Ma non saranno misure equiparabili a quelle di questa primavera, c'è una discussione in corso nel governo" assicura la ministra alle Infrastrutture e ai Trasporti Paola De Micheli (Pd). E' il caso di fare il punto della situazione a inizio weekend: come stanno le cose? Quali sono le certezze, e quali invece solo le voci o indiscrezioni?

Quando serve oggi l'autocertificazione

Il coprifuoco c'è in Campania, Lazio e Lombardia: in pratica altro non è che il divieto a uscire dalla propria abitzione dalle 23 (in Lazio le 24) alle 5 del mattino. Seguiranno a breve altre regioni? Non è dato saperlo. Le uniche conferme sono che il coprifuoco notturno inizia oggi in Calabria e lunedì in Piemonte. La Toscana limiterà l’ingresso nei centri commerciali, mentre il Piemonte e la Lombardia chiudono nei weekend le zone "non supermercato" dei centri commerciali. la movida è finita da tempo nel mirirno e a Palermo, Perugia, Genova, Torino, Roma molte piazze e zone solitamente affollate nei fine settimana sono state chiuse al fine di evitare assembramenti.

Coprifuoco non significa che nessuno può circolare. Per ovvi motivi c'è chi è esentato dalla stretta: si può uscire per motivi di lavoro, oppure per «comprovata e grave necessità». Se si deve uscire, a un eventuale controllo si dovrà esibire un’autocertificazione. Se ci si sposta per lavoro, si dovrà indicare sede e azienda, o attività; se ci si sposta per urgenze si dovrà indicare il motivo. I bisogni del cane non rientrano tra le urgenze, meglio organizzarsi quindi e portare a spesso i fedeli amici dell'uomo prima che scatti il coprifuoco. Anche se c’è il coprifuoco, per ora si può andare al ristorante o a uno spettacolo, tornandio a casa entro l’ora limite. Ristoranti, bar, pub, gelaterie e pasticcerie sono aperti dalle 5 fino alle 24 con consumo al tavolo, e con un massimo di sei persone per tavolo. Dove non si comsuma al tavolo si chiude alle 18.

Per quel che riguarda l'autocertificazione, questa volta confusione ce n'è poca: il Viminale un modello scaricabile, che è uguale e valido ovunque. Si può compilare anche al momento del controllo.

Autocertificazione Ottobre 2020 (modulo da scaricare e compilare)

Dove hanno già chiuso le scuole?

Secondo l’ultimo monitoraggio del ministero della Salute-Iss, questa settimana sono in aumento i focolai in cui la trasmissione potrebbe essere avvenuta in ambito scolastico, anche se la trasmissione intra-scolastica appare ancora limitata (3,5% di tutti i nuovi i focolai in cui è stato segnalato il contesto di trasmissione). È tuttavia chiaro che le attività extra e peri-scolastiche possono costituire un innesco di catene di trasmissione laddove non vengano rispettate le misure di prevenzione

Le scuole sono chiuse in Campania. In Lombardia via alla didattica a distanza per le scuole superiori (la Sardegna, la Calabria e il Lazio faranno lo stesso da lunedì). In Puglia, fino al 13 novembre, sono sospese tutte le attività didattiche in presenza per il triennio delle scuole secondarie. Il presidente delle Marche, ha previsto la didattica a distanza per il 50% degli studenti degli ultimi tre anni delle scuole superiori.

Infine, al momento non sono vietati gli spostamenti tra regioni: solo un nuovo Dpcm eventualmente apporterà novità alla mobilità tra le varie zone del territorio nazionale.

Verso il nuovo Dpcm: il rischio è il coprifuoco in tutta Italia

Allegati

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le cose da sapere su spostamenti e autocertificazione: facciamo chiarezza

Today è in caricamento