rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Attualità

L’amore ai tempi del coronavirus: piante fuori dai palazzi per sentirsi vicini

In tanti ordinano piante per amici e fidanzati lontani durante la quarantena: un gesto che riempie il cuore e annulla, almeno simbolicamente, le distanze

Il peso della distanza inizia a farsi davvero insopportabile per gli italiani costretti al distanziamento sociale in tempi di emergenza da coronavirus. Dopo settimane di lockdown dilaga la nostalgia per fidanzati, amici e parenti che qualcuno adesso ha pensato bene di colmare con un gesto tanto simbolico quanto utile per alleviare l’assenza di un abbraccio.

E’ quanto sta succedendo nelle ultime ore a Milano, dove la lotta al virus si fa anche a colpi di piante, di green, come racconta a Milano Today Isabella, una ragazza di trent’anni che da due anni e mezzo gestisce, insieme a Lucia, un negozio che vende piante e fiori e tutto ciò che ruota attorno a quel mondo.  A inizio marzo il loro locale di via Vigevano 15, come tutti gli altri, è rimasto chiuso a causa del blocco imposto dall'emergenza, ma dopo qualche giorno le due hanno potuto ricominciare a lavorare, anzi a seguire "quella che è la nostra più grande passione". 

"Abbiamo iniziato con le spedizioni - spiega Lucia - e la gente non ha mai comprato così tante piante come in questo momento". Anche perché dal verde può arrivare una mano per tenere pulita l'aria di casa: "Ci sono alcune piante che trattengono una serie di agenti esterni, ad esempio quelli che si sprigionano dai mobili verniciati o dagli oggetti in plastica - sottolinea la ragazza - Otto, dieci piante possono purificare l'aria di un'abitazione di 100 metri quadrati e queste sono proprio le piante più ordinate". E poi "comprare una pianta vuol dire prendersi cura di qualcosa, darsi un impegno nella giornata". 

Ma non solo. Perché dietro un fiore, dietro un vaso, si nascondono sentimenti, storie di vite magari rese più difficili dal coronavirus. "In tanti hanno voluto mandare una piantina per Pasqua a qualcuno con cui avrebbero trascorso quel giorno, altri hanno spedito dei fiori per l'anniversario - dice Isabella - e delle ragazze hanno regalato un vaso a forma di koala a una loro amica che doveva andare in Australia e che invece è rimasta bloccata a Milano". 

Isabella e Lucia raccolgono gli ordini, e i desideri, dei loro clienti, salgono in auto ed effettuano le consegne, rigorosamente a distanza, in giro per la città. Così, con un'immagine iconica, potente, fuori dai palazzi di una Milano deserta e spettrale appaiono sempre più vasi e piante, accompagnati dal bigliettino "il potere benefico delle piante". E sui volti di chi riceve quel dono semplice appare un sorriso. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’amore ai tempi del coronavirus: piante fuori dai palazzi per sentirsi vicini

Today è in caricamento