Domenica, 7 Marzo 2021

Coronavirus, dove (e di quanto) aumentano i ricoveri in ospedale nelle regioni italiane

Il report e i grafici sull'andamento della diffusione del Sars-Cov-2 a livello nazionale

Sale in maniera costante la pressione sugli ospedali italiani, dove si registrano 2560 ricoverati nei reparti Covid (+68 ieri, rispetto a mercoledì), mentre 212 pazienti in condizioni critiche necessitano della terapia intensiva (+5), secondo i dati dell'ultimo bollettino coronavirus del ministero della Salute. Nessun allarmismo: non ci sono segnali di sovraccarico dei servizi ospedalieri, ma il trend in aumento impone di mantenere alto il livello di guardia.

I ricoveri per Covid-19 aumentano soprattutto nelle regioni del Centro e del Sud. L'incremento è dell'8,55% nelle regioni centrali e dell'8,52% in quelle meridionali, rispetto al 4,38% del Nord. Il trend emerge dall'Instant Report Covid-19, iniziativa dell’Alta scuola di economia e management dei sistemi sanitari (Atems) dell’Università Cattolica, che fa un confronto sistematico dell’andamento della diffusione del Sars-Cov-2 a livello nazionale. I dati utilizzati per l'analisi sono stati estrapolati dal sito della Protezione Civile aggiornati al 15 settembre.

Ricoveri per Covid-19 in aumento in alcune regioni italiane

Nel dettaglio, in Valle d’Aosta la percentuale di ricoverati sui positivi cresce rispetto alla settimana scorsa, mentre in Piemonte si registra il contrario. Si segnala un andamento pressoché stabile in Lombardia. Nelle regioni del Centro si rileva un andamento in aumento in Abruzzo, Lazio, Molise e Umbria.

coronavirus ricoverati-3

Nelle Marche l’indicatore subisce una lieve variazione in diminuzione durante l’ultima settimana. Il trend è in crescita nella quasi totalità delle regioni del Sud e nelle isole. La Sardegna, in particolare, registra un aumento considerevole di ricoverati nell’ultima settimana.

coronavirus ricoverati2-2

L’Umbria è invece la regione che attualmente registra il rapporto più elevato tra ricoverati in terapia intensiva sul totale dei ricoverati per Covid-19 (20,69%), seguita dalla Sardegna (17,31%).

coronavirus ricoverati3-2

In media, in Italia, l’8,30% dei ricoverati per Covid-19 ha necessità dell'assistenza in terapia intensiva.
coronavirus ricoverati4-2

Anche l'ultimo report settimanale della Fondazione Gimbe segnala una crescita dei pazienti ospedalizzati: +40,6% dei ricoverati in terapia intensiva nella settimana 9-15 settembre rispetto alla settimana precedente, +26,3% dei ricoverati con sintomi. Circa 3/4 dei pazienti ricoverati si concentrano in sette Regioni (74,3%): Lazio (453), Campania (295), Lombardia (263), Puglia (204), Emilia-Romagna (168), Sicilia (141) e Liguria (128).

Il 74,1% dei pazienti in terapia intensiva è invece distribuito in otto regioni: Lombardia (29), Lazio (18), Campania (18), Sardegna (18), Emilia-Romagna (17), Sicilia (17), Toscana (17), Veneto (15). In particolare, rispetto ad una media nazionale di quattro ospedalizzazioni per centomila abitanti, i tassi risultano più elevati in Liguria (9), Lazio (8), Sardegna (6,3), Campania e Puglia (5,4).

gimbe4-2

Dal 21 luglio al 15 settembre i ricoverati con sintomi sono aumentati da 732 a 2.222 e i pazienti in terapia intensiva da 49 a 201.

gimbe3-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, dove (e di quanto) aumentano i ricoveri in ospedale nelle regioni italiane

Today è in caricamento