Coronavirus e bambini, quanto si ammalano davvero: che cosa sappiamo finora

Tre mesi fa in Italia solo il 2,3% dei contagiati da coronavirus era minorenne, oggi la percentuale sfiora il 15 per cento. Ma sarebbe sbagliato trarne conclusioni affrettate

All'inizio dell'estate in Italia solo il 2,3% dei contagiati da coronavirus era minorenne, oggi la percentuale sfiora il 15 per cento, a causa delle vacanze, delle più adeguate modalità di tracciamento (più tamponi), ma anche dei comportamenti a rischio dei più giovani. Per quel che riguarda i bambini, che cosa sappiamo fino a questo momento? Quanto si ammalano? Sono più o meno contagiosi degli adulti?  E' assodato come anche i più piccoli possano essere contagiati e trasmettere il virus, tuttavia soltanto una piccola percentuale fra loro necessita di un ricovero ospedaliero. La maggior parte sono asintomatici. 

Come scrive oggi il Corriere della Sera, c'è molto da studiare. Le poche indagini che hanno indagato quanto i bambini trasmettono il virus sono di tipo osservazionale e spesso difficilmente comparabili per metodo utilizzato, politiche di prevenzione locali e tasso di diffusione del virus a livello locale.

Rispetto agli adulti i bambini con Covid-19 manifestano tipicamente sintomi più lievi, prevalentemente limitati a tosse, mal di gola, poca febbre, talvolta disturbi gastrointestinali, situazioni che raramente richiedono il ricovero in ospedale.

Inoltre secondo uno studio dei Centri di controllo e prevenzione della Corea del Sud su 111 minorenni tra i 3 e i 18 anni è la famiglia il luogo in cui più ci si contagia (quasi l’80% fino ai 12 anni) mentre il contagio a scuola ha numeri trascurabili. Ma servono studi specifici, per adesso si resta ancorati alle evidenze cliniche. Secondo una ricerca (studio non ancora pubblicato su riviste scientifiche per assenza di revisione) della Harvard TH Chan School of Public Health di Boston e dell’Università St. Andrews in Scozia, i bimbi con età inferiore a 10 anni sembrano essere molto meno suscettibili al virus rispetto agli adolescenti e agli adulti.

Un articolo di Lancet arrivava qualche tempo fa a conclusioni simili. Gli adolescenti, secondo tale studio, avevano la stessa probabilità di venire infettati dal virus rispetto agli adulti tra i 20 e i 49 anni mentre i bambini tra i 5 e i 9 anni ne avevano molto meno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La morte di pazienti pediatrici è molto rara: in Inghilterra meno dell’1% degli under 19 finisce in ospedale.

Coronavirus, bambini e mascherine: quando devono indossarle

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gf Vip, De Blanck: "Alba Parietti una stronza". Il figlio dà ragione e lei chiama in diretta

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di oggi sabato 19 settembre 2020: numeri e quote

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di oggi giovedì 17 settembre 2020: numeri e quote

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di oggi martedì 15 settembre 2020: numeri e quote

  • Coronavirus, 5 bambini positivi in 5 classi diverse: ora tutti in isolamento

  • Il cittadino insospettabile che masturbava ragazzini in cambio di scarpe e spinelli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento