Domenica, 18 Aprile 2021

Coronavirus, nel bollettino la Calabria specifica i migranti positivi. È polemica

Tante le critiche su Twitter. Per le Sardine si tratta una "discriminazione istituzionalizzata. Il virus non fa distinzioni. Le istituzioni sì"

Il bollettino della Regione Calabria

"La Regione Calabria pubblica il bollettino Covid-19 , dove nei 31 casi attualmente positivi, viene specificato il numero dei migranti. Una distinzione non necessaria, o meglio necessaria per i razzisti urlanti in cerca di consenso e voti. Mi dissocio da tutto questo”. Su Twitter molti utenti stanno criticando aspramente la scelta della Regione Calabria di specificare nel bollettino sull’emergenza Covid il numero di migranti positivo al SARS-COV-2.

Si tratta di una "discriminazione istituzionalizzata", tuonano su Twitter le Sardine. "Il virus non fa distinzioni. Le istituzioni sì". 

E ancora: "La Calabria, ex terra dell'accoglienza, nel bollettino di ieri ha evidenziato i positivi italiani e quelli stranieri. Con un bell'asterisco. Mi vergogno" scrive il giornalista Giuseppe Mistica. Tanti i messaggi dello stesso tenore postati in queste ore sui social

Lo sbarco di migranti positivi al Covid in Calabria

 La Calabria ha iniziato ad inserire il numero dei contagi "importati" dal 12 luglio. I migranti positivi al Covid di cui si parla nel bollettino sono sbarcati due giorni fa a Roccella Jonica a bordo di un’imbarcazione con 70 persone. Il caso ha ovviamente fatto discutere. La governatrice Jole Santelli ha invocato misure drastiche: "Per l'immediato chiedo che chi arriva sia sottoposto a quarantena o sulle navi di provenienza requisite o su quelle della Marina, non a terra. E, in secondo luogo, è chiaro che è necessario un blocco navale: che senso ha impedire i voli da Paesi a rischio e poi permettere gli ingressi a persone già malate?".

"Non è questione di ideologie - ha rimarcato in un’intervista al ‘Corriere della Sera’ -, non c'è destra o sinistra su queste cose. Non possiamo essere invasi". "Lo Stato - ha aggiunto la presidente della Calabria - ha il dovere morale di proteggere chi ha lottato contro il virus, e ora che ci sta riuscendo si trova esposto al rischio di un'ondata di ritorno gravissima". 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, nel bollettino la Calabria specifica i migranti positivi. È polemica

Today è in caricamento