Mercoledì, 14 Aprile 2021

Coronavirus, il bollettino del 17 maggio: 145 morti in 24 ore, nuovi contagi in discesa

Gli aggiornamenti sull'emergenza coronavirus in Italia con tutti i dati di oggi, domenica 17 maggio 2020: i pazienti attualmente positivi scendono sotto quota 70mila, mentre le vittime totali sono 31.908

Foto di repertorio

L'epidemia del nuovo coronavirus in Italia: i dati aggiornati a domenica 17 maggio 2020. Scende sotto i 70mila il numero degli attuali positivi. Il numero totale di attualmente positivi in Italia è di 68.351, con una decrescita di 1.836 assistiti rispetto a ieri. Lo comunica la Protezione Civile. Nelle ultime 24 ore i morti sono stati 145 con il totale di decessi nel nostro Paese che sale a 31.908. Sono 762 i pazienti in terapia intensiva, 13 pazienti in meno rispetto a ieri. I ricoverati con sintomi sono 10.311, 89 pazienti in meno rispetto a ieri. Zero contagi in Valle d'Aosta e Calabria, nove Regioni sono sotto i dieci.

Bollettino coronavirus di oggi domenica 17 maggio

  • Attualmente positivi: 68.351
  • Deceduti: 31.908 (+145, +0,5%)
  • Dimessi/Guariti: 125.176 (+2.366, +1,9%)
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 762 (-13, -1,7%)
  • Tamponi: 3.004.960 (+60.101)
  • Totale casi: 225.435 (+675, +0,3%)

coronavirus-bollettino-domenica-17-maggio-2020-2

Coronavirus, i dati regione per regione

Di seguito ecco il numero dei contagiati ripartito per le varie regioni. Il primo numero riguarda il totale dei casi registrati, mentre quello tra le parentesi fa riferimento al numero dei pazienti attualmente positivi al nuovo coronavirus. A seguire tutti i dati nel dettaglio per ogni regione e il link ai numeri delle varie provincie.

  • Lombardia: 84.844 (27.430)
  • Piemonte: 29.547 (10.239)
  • Emilia-Romagna: 27.232 (5.656)
  • Veneto: 18.941 (4.041)
  • Toscana: 9.948 (2.802)
  • Liguria: 9.159 (2.456)
  • Lazio: 7.446 (3.910)
  • Marche: 6.667 (2.565)
  • Campania: 4.684 (1.696)
  • Puglia: 4.379 (2.017)
  • P.A. Trento: 4.338 (301)
  • Sicilia: 3.388 (1.555)
  • Friuli Venezia Giulia: 3.191 (654)
  • Abruzzo: 3.186 (1.422)
  • P.A. Bolzano: 2.581 (314)
  • Umbria: 1.424 (78)
  • Sardegna: 1.353 (405)
  • Valle d'Aosta: 1.173 (68)
  • Calabria: 1.151 (422)
  • Molise: 411 (216)
  • Basilicata: 392 (104)

I morti dall'inizio dell'emergenza coronavirus sono complessivamente 15.519 in Lombardia, +69 nelle ultime 24 ore. E' quanto emerge dai dati diffusi dalla Regione Lombardia. Il dato torna a salire rispetto a ieri quando i decessi erano stati 39. I contagi sono complessivamente 84.844 (+326), ieri invece l'incremento era stato maggiore (+399). "Raddoppia, rispetto a ieri, il numero dei guariti. Induce all'ottimismo anche il numero dei pazienti in terapia intensiva e non in terapia intensiva, entrambi in costante diminuzione". L'assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, commenta così gli ultimi dati che fotografano l'andamento dell'epidemia sul territorio. E in particolare evidenzia il raddoppio nel giro di 24 ore dei guariti: ieri erano aumentati di 402, oggi sono 823 in più. Il totale dei guariti passa quindi da 34.219 a 35.042, secondo il 'bollettino' odierno. Quanto alle positività accertate, 326 in più rispetto a ieri, "anche i dati di oggi indicano che il trend dei contagi è sostanzialmente soddisfacente - ha proseguito l'assessore - Il rapporto tra i tamponi effettuati", 11.809 in più rispetto a ieri, "e i casi positivi è nel complesso favorevole", ha concluso Gallera.

Coronavirus, i contagiati provincia per provincia

Sono 18 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati nel pomeriggio dall'Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui 1 al momento registrato nella giornata di oggi. Il totale è ora di 3612 deceduti risultati positivi al virus, di cui 617 Alessandria, 217 Asti, 176 Biella, 336 Cuneo, 309 Novara, 1608 Torino, 197 Vercelli, 122 Verbano-Cusio-Ossola, 30 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte. Per quanto riguarda i contagi, sono 29.547 (+64 rispetto a ieri) le persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte: 3796 in provincia di Alessandria, 1748 in provincia di Asti, 1023 in provincia di Biella, 2688 in provincia di Cuneo, 2574 in provincia di Novara, 15.025 in provincia di Torino, 1248 in provincia di Vercelli, 1100 nel Verbano-Cusio-Ossola, 254 residenti fuori regione ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 91 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. I ricoverati in terapia intensiva sono 101 (+1 rispetto a ieri) mentre i ricoverati non in terapia intensiva sono 1620 (+58 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 8500. I tamponi diagnostici finora processati sono 249.371, di cui 138.585 risultati negativi.

Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 27.232 casi di positività, 50 in più rispetto a ieri. 2.832 i tamponi effettuati, che raggiungono così complessivamente quota 261.106. Le nuove guarigioni oggi sono 233 (17.603 in totale), mentre continuano a calare i casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi che a oggi sono scesi a 5.656 (-196). Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all'andamento dell'epidemia in regione. Le persone in isolamento a casa, cioè quelle con sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 4824, - 176 rispetto a ieri. I pazienti in terapia intensiva sono 111 (-1). Diminuiscono anche quelli ricoverati negli altri reparti Covid (-19). Le persone complessivamente guarite salgono quindi a 17.603 (+233): 1.771 ''clinicamente guarite'', divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all'infezione, e 15.832 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

Sono 4473 i positivi al coronavirus in Liguria, 67 in meno della giornata di ieri. E' il dato comunicato dalla task force ligure per l'emergenza che ha aggiornato anche sul totale dei test effettuati ad oggi, 80.154, 2086 in più nelle ultime 24 ore.Al momento sono ancora ospedalizzati 384 pazienti, 11 meno di ieri, di cui 24 in terapia intensiva. In isolamento domiciliare ci sono ancora 2072 persone, 66 meno di ieri, mentre i clinicamente guariti (asintomatici positivi e al domicilio) sono 2017, 10 più di ieri. I guariti con 2 test consecutivi negativi sono 3331, 106 più di ieri.Dall'inizio dell'emergenza ad oggi sono stati 1353 i decessi registrati, 9 nelle ultime 24 ore.

In Toscana sono 9.948 i casi di positività al coronavirus, 35 in più rispetto a ieri. Tredici di questi casi sono conferme di positività emerse attraverso la campagna di test sierologici intrapresa dalla Regione Toscana a partire dalla fine di aprile. I nuovi casi sono lo 0,4% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 2,9% e raggiungono quota 6.162 (il 61,9% dei casi totali). I test eseguiti hanno raggiunto quota 204.022, 3.319 in più rispetto a ieri, quelli analizzati oggi sono 3.834. Gli attualmente positivi sono oggi 2.802, il 4,8% in meno di ieri. Si registrano 5 nuovi decessi: 2 uomini e 3 donne con un'età media di 67,2 anni.

In base ai dati aggiornati alle ore 8 di oggi complessivamente 1424 persone (+2) in Umbria sono risultate positive al virus Covid-19, gli attualmente positivi sono 94 (-7). I guariti sono 1257 (+9); risultano clinicamente guariti 16 (-4); i deceduti sono 73 (invariato). Dei pazienti positivi attualmente sono ricoverati in 27 (invariato); di questi 2 (invariato) sono in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 606 (-26), sempre alla stessa data risultano 20.032 (+128) persone uscite dall'isolamento. Nel complesso, entro le ore 8 del 17 maggio, sono stati effettuati 55.956 tamponi (+ 786.

Sono 3.910 gli attuali casi positivi di Covid-19 nel Lazio, secondo i dati riferiti dall'assessorato alla Sanità e integrazione sociosanitaria del Lazio. Di questi, 2.686 sono in isolamento domiciliare, 1.150 sono ricoverati non in terapia intensiva, e 74 in terapia intensiva. I pazienti deceduti sono 622 e 2.914 sono le persone guarite. In totale sono stati esaminati 7.446 casi.

Nessun decesso legato al coronavirus in Campania nella giornata di ieri, sabato 16 maggio. E' il secondo giorno consecutivo in cui in Campania si registrano zero decessi. Il totale delle morti legate al coronavirus dall'inizio dell'emergenza in Campania resta così 396. I guariti sono 2.596 (+30 rispetto a venerdì 15 maggio), di cui 2.296 (+47) totalmente guariti e 296 (-17) clinicamente guariti. Questo il riparto per provincia dei 4.684 casi di positività al coronavirus registrati in Campania dall'inizio dell'emergenza: in provincia di Napoli 2.571 (+3) di cui 975 (+2) a Napoli città e 1.596 (+1) nel resto della provincia; in provincia di Salerno 673 (+1); in provincia di Avellino 518 (+4); in provincia di Caserta 446 (nessun nuovo caso); in provincia di Benevento 196 (nessun nuovo caso). Sono 280 gli altri casi in fase di verifica da parte delle Asl.

Le persone attualmente positive al coronavirus in Friuli Venezia Giulia (equivalenti alla somma degli ospedalizzati, dei clinicamente guariti e degli isolamenti domiciliari) sono 707; 30 in meno rispetto alla giornata di ieri. Rimangono 3 i pazienti che si trovano in terapia intensiva, quelli ricoverati in altri reparti risultano essere 80, mentre non si registrano nuovi decessi (319 in totale). Lo ha comunicato oggi il vicegovernatore con delega alla Salute e Protezione civile, Riccardo Riccardi. Analizzando i dati complessivi, dall'inizio dell'epidemia le persone risultate positive al virus sono 3.191 (8 più di ieri): 1.348 a Trieste, 973 a Udine, 667 a Pordenone e 203 a Gorizia. I totalmente guariti invece ammontano a 2.165 (38 più di ieri), i clinicamente guariti a 53 e le persone in isolamento domiciliare sono 571. I deceduti rimangono 174 a Trieste, 73 a Udine, 67 a Pordenone e 5 a Gorizia.

Ieri in Basilicata si sono registrati due casi di positività, riguardanti cittadini di Matera e Forenza, su un totale di 671 tamponi. In base al bollettino della task force sanitaria, continuano a calare i casi positivi: sono 104 (-9) mentre sono 27 le persone decedute e 261 (+11) i guariti. I ricoverati negli ospedali di Potenza e di Matera sono 30 di cui 1 in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 74 (-9). Il Comune più colpito è Matera con 76 casi in tutto di contagio mentre quello con il maggior numero di vittime è Potenza con nove decessi. In tutto i casi registrati in Basilicata sono stati 392. Dall'inizio dell'emergenza in Basilicata sono stati analizzati 22.167 tamponi. Nella regione lucana il tasso di letalità è del 6,9%, inferiore sia rispetto a quello del Sud Italia (8,8%) sia a quello nazionale (14,1%). La situazione lucana è molto rassicurante e già da tre settimane è iniziata la fase 2 sanitaria con il monitoraggio delle rsa, lo screening della popolazione delle ex aree rosse (Moliterno, Tricarico, Irsina, Grassano) con tamponi e test seriologici, con i tamponi rino-faringei agli operatori sanitari, alle forze dell'ordine e di polizia e nelle case circondariali.

"In Calabria ad oggi sono stati effettuati 53.470 tamponi. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.151 (+0 rispetto a ieri), quelle negative sono 52.319". Lo si legge nel bollettino della Regione Calabria. "Territorialmente - prosegue - i casi positivi sono così distribuiti: Catanzaro: 37 in reparto; 1 in rianimazione; 36 in isolamento domiciliare; 107 guariti; 33 deceduti; Cosenza: 8 in reparto; 199 in isolamento domiciliare; 226 guariti; 34 deceduti; Reggio Calabria: 8 in reparto; 1 in rianimazione; 79 in isolamento domiciliare; 167guariti; 17 deceduti; Crotone: 3 in reparto; 21 in isolamento domiciliare; 87 guariti; 6 deceduti; Vibo Valentia: 29 in isolamento domiciliare; 47 guariti; 5 deceduti". Il "totale dei casi di Catanzaro - si legge ancora - comprende soggetti provenienti da altre strutture e province che nel tempo sono stati dimessi. Nel numero dei casi testati attraverso tampone, sono compresi 4908 riferiti ai rientrati presso la propria residenza di questi 15 sono risultati positivi. Le persone decedute vengono indicate nella provincia di provenienza e non in quella in cui è avvenuto il decesso". I "soggetti in quarantena volontaria - conclude il bollettino - sono 10.707 così distribuiti: - Cosenza: 2.363 - Crotone: 2.487 - Catanzaro: 2.441 - Vibo Valentia: 695 - Reggio Calabria: 2.721. Dall'ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare il rientro alla residenza sono +202; quelle registratesi per motivi di lavoro, salute e attività istituzionali sono +77, per un totale di 279. Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale".

Centoquarantatre' decessi da inizio epidemia, uno in più rispetto a ieri, 883 guariti, 13 in più rispetto a ieri e 147 i positivi attuali, di cui 31 in ospedale e 116 in isolamento domiciliare. E quanto emerge dal bollettino quotidiano emesso dalla Regione Valle d'Aosta. Il totale dei casi testati 9.469 di cui 1173 i positivi, nessun nuovo caso rispetto a ieri. I tamponi effettuati fino ad oggi sono stati 12169 di cui 9853 i negativi.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il bollettino del 17 maggio: 145 morti in 24 ore, nuovi contagi in discesa

Today è in caricamento