Mercoledì, 14 Aprile 2021

Addio al posto centrale in aereo: il piano di EasyJet per tornare a volare nella fase 2

La compagnia low cost britannica, come molte altre, sta studiando come poter tornare ad operare rispettando le norme sul distanziamento sociale. Tra le ipotesi l’eliminazione della fila di mezzo, che invece per la rivale Ryanair sarebbe “irrimediabilmente inefficace”

Foto di repertorio Pixabay

Quando potremo tornare a viaggiare in aereo? E come cambieranno i nostri viaggi? Domande a cui gli operatori del settore stanno cercando da tempo di trovare una risposta, in vista della “fase 2” e di un allentamento delle restrizioni sulla mobilità e l’isolamento.

Tra le ipotesi allo studio da parte di diverse compagnie, come ad esempio EasyJet, c’è quella di rivedere la distribuzione dei posti a bordo per “guadagnare” più spazio tra un passeggero e l’altro e mantenere una distanza di almeno un metro tra di loro. Un'idea è quella di eliminare il tanto vituperato posto di mezzo, quello più odiato dai viaggiatori.  "La compagnia low-cost britannica sta studiando un piano per poter tornare a volare il prima possibile, e uno dei punti che sono presi in considerazione è quello di vietare la fila centrale, per assicurare così il social distancing”, spiega Alfonso Bianchi su EuropaToday. 

Coronavirus e social distancing in volo

Una misura “facile” da prendere, almeno all’inizio, visto che si prevede che inizialmente le vendite dei biglietti alla fine del lockdown saranno poche e che per tornare a una situazione “normalità” ci vorranno mesi.

"La nostra ipotesi è che il numero dei passeggeri non tornerà alla normalità all'inizio, il che significa che avremo l’opportunità di eliminare il posto intermedio. Ma si tratterebbe solo di una fase iniziale e nessuno sa per quanto tempo quella fase durerà", ha spiegato l'amministratore delegato Johan Lundgren, agiungendo che la compagnia sta anche "esaminando vari programmi di disinfestazione sull'aereo". L'intera flotta della compagnia low cost è ferma dal 30 marzo scorso e ad ora le vendite di biglietti, per il prossimo inverno, sono già molto sotto la media.

La principale rivale di EasyJet, l’irlandese Rynair, invece, non ha in programma l’eliminazione del posto centrale. Per il suo amministratore delegato Michael O’Leary eliminare il posto centrale sarebbe “irrimediabilmente inefficace” per tenere i passeggeri al sicuro, oltre ad essere insostenibile per le compagnie aeree. 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio al posto centrale in aereo: il piano di EasyJet per tornare a volare nella fase 2

Today è in caricamento