Coronavirus, perché c'è un aumento dei casi tra i più giovani: le percentuali del contagio

Il numero di casi si è moltiplicato per sette tra bambini e neonati e per sei tra i giovani: il nuovo rapporto dell'Oms e le possibili cause

La polizia presidia un'affollata piazza Trilussa, durante la movida a Trastevere, Roma 23 maggio 2020. ANSA/FABIO FRUSTACI

"In questi giorni ne stiamo vedendo di tutti i colori: discoteche, apericene, locali notturni affollati, assembramenti di ogni tipo. Alle ragazze e ai ragazzi dico: state attenti, perché voi siete il veicolo principale del contagio in questo momento". Parole del ministro della Salute Roberto Speranza che in un'intervista a La Stampa ha rivolto un messaggio-appello ai giovani per il contenimento dell'epidemia di coronavirus.

Nessun allarmismo, ma senso di responsabilità, anche perché negli ultimi giorni il contagio sta ripartendo in alcuni Paesi europei, Italia compresa. E soprattutto perché i nuovi dati dell'Oms (Organizzazione mondiale della sanità) sulla pandemia nel mondo gettano una luce forse inaspettata sull'evoluzione del Covid-19: il coronavirus colpisce sempre di più i giovani.

Con un aggiornamento attraverso il sistema di sorveglianza globale per l'analisi dei contagi in base al sesso e all'età, l'Oms sottolinea che dal 24 febbraio al 12 luglio la proporzione di contagi tra bambini molto piccoli e neonati è aumentata di sette volte. La percentuale di infezioni tra adolescenti e giovani adulti, invece, è cresciuta di sei volte. Attualmente la maggior parte dei casi si concentra tra i 25 e i 64 anni, ma la tendenza fotografata dai numeri per la popolazione più giovane è in crescita.

I fattori che spiegano l'aumento dei casi di Covid tra i più giovani

L'aumento dei casi di Covid fra i più giovani, in particolare bambini - spiega l'Organizzazione mondiale della sanità - può essere dovuto ad una serie di fattori come il fatto che all'inizio tamponi e test erano concentrati fra le persone con sintomi più rilevanti, più frequenti fra gli anziani; ma anche ad una maggiore attenzione a scovare i casi paucisintomatici (con sintomi lievi), la maggior parte dei quali tendono a essere più giovani. Altri fattori che possono spiegare questa tendenza sono una maggiore disponibilità di tamponi, lo scoppio di focolai in Paesi più giovani e la movida dell'estate, con comportamenti a rischio dopo l'allentamento delle misure anti-Covid, come il distanziamento sociale e l'uso delle mascherine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ecco nel dettaglio le percentuali di contagio suddivise per età nel report sul coronavirus aggiornato dall'Organizzazione mondiale della sanità.

  • neonati e bambini piccoli tra 0 e 4 anni: 1,2% di casi;
  • bambini 5-14 anni: 2,5% di casi;
  • adolescenti e giovani adulti, fascia 15-24 anni: 9,6% di casi;
  • adulti tra i 25 e i 64 anni: 64% di casi;
  • adulti anziani 65-84 anni: 19,4% di casi;
  • pazienti oltre gli 85 anni: 3,4% di casi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La prima giornata di Garko 'libero' è con Eva Grimaldi e Imma Battaglia (VIDEO)

  • Gabriel Garko rompe il silenzio dopo il coming out: "Camminerò con le mie gambe, ma non sui tacchi"

  • Gabriele Rossi scrive a Garko dopo il coming out. L'applauso dei vip, da Grimaldi a Monte

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 26 settembre 2020

  • Chi è Tommaso Zorzi e perché è famoso: tutto sull'influencer, dall'amore alla carriera

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di martedì 22 settembre 2020: numeri e quote

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento