Coronavirus, è guarito il primo italiano contagiato

La notizia dallo Spallanzani di Roma: ''Il giovane ricercatore è risultato negativo ai test, valutiamo di terminare l'isolamento''. Ancora sotto osservazione Niccolò, mentre migliorano le condizioni della coppa di turisti cinesi provenienti da Wuhan

Foto di repertorio

Mentre rimane alta l'apprensione per i nuovi casi di coronavirus riscontrati in Lombardia, dall'ospedale Spallanzani di Roma arriva una buona notizia: il giovane ricercatore italiano risultato positivo al nuovo coronavirus "è persistentemente negativo ai test e quindi guarito. Stiamo valutando di farlo uscire dall'isolamento". 

La guarigione è stata annunciata dal  direttore sanitario dell'Inmi Spallanzani di Roma, dopo la lettura del bollettino medico. Anche "le condizioni della coppia di cittadini cinesi provenienti dalla città di Wuhan, sono migliorate, in maniera significativa quelle del maschio".

Coronavirus, come sta Niccolò

Per quanto riguarda Niccolò, il giovane studente italiano 17enne, "preso in carico dal nostro Istituto circa una settimana fa e negativo ai test, continua l'osservazione. Mantiene uno stato di serenità e di buon umore ed è in contatto costante con la famiglia".

Coronavirus, nuova ordinanza per la quarantena

Intanto, dopo i sei casi in Lombardia, il premier Giuseppe Conte ha annunciato un nuovo provvedimento: ''E' stata emanata, con il ministero della Salute,un nuova ordinanza per quarantena obbligatoria contatti stretti con un caso risultato positivo". Il presidente del Consiglio,  margine della seconda giornata del summit a Bruxelles, ha cercato di placare le acque: ''Le misure adottate dal governo italiano per contenere la Covid 19 sono già ad un livello di "massima precauzione", quindi non bisogna farsi prendere dal "panico" e bisogna "fidarsi" del ministero della Salute, che prende tutte le misure necessarie''. 

Coronavirus, lo studio: elevata carica virale anche nei pazienti senza sintomi

"Abbiamo adottato - dice Conte - in pieno accordo con il ministro della Salute Roberto Speranza e con tutti gli altri ministri, una linea di massima prudenza e precauzione. Questo ci consente anche di scacciare via qualsiasi allarmismo, qualsiasi panico". "

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dovete fidarvi - prosegue - di quelle che sono le indicazioni ufficiali del ministero della Salute, perché abbiamo un comitato tecnico-scientifico che ci offre la base tecnica di valutazione e ovviamente un attimo dopo adottiamo tutte le iniziative e le precauzioni, anche sul piano politico, che sono necessarie per la popolazione. Non è necessario discostarsi da quelle e adottarne altre, perché siamo già al livello della massima precauzione", conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Belen contro Barbara d'Urso: l'affondo durante una diretta su Instagram

  • Coronavirus, come sono cambiati i trasporti pubblici durante l'epidemia

  • La testimonianza di Heather Parisi dalla Cina: "Oggi possiamo uscire, ma vietati tavoli al bar"

  • Coronavirus, a Rimini guarisce anziano di 101 anni: è nato durante l'epidemia di spagnola

  • Coronavirus, lo stop dei benzinai: "Chiudiamo gli impianti: prima sulle autostrade, poi gli altri"

  • Coronavirus, Mattarella ha firmato il decreto: da oggi al via la nuova stretta, cosa cambia

Torna su
Today è in caricamento