Domenica, 18 Aprile 2021

Mascherine, Borrelli: "Non le porto". Polemiche dopo l'ordinanza della Lombardia

Il vicepresidente della Regione Fabrizio Sala: "Parole che lasciano basiti". Poi il capo della Protezione Civile chiarisce: "In certi ambienti le mascherine sono importantissime"

Angelo Borrelli

"Da oggi per uscire per strada a Milano dobbiamo indossare una mascherina o al limite un foulard o una sciarpa. Lasciatemi dire che è un po' disorientante ricevere una disposizione così dalla Regione Lombardia e dall'altra sentire Angelo Borelli, il capo del Dipartimento della Protezione Civile, una persona che stimo, dire io non metto mascherina ma mi terrò distanza. Però come ho detto sempre le ordinanze vanno applicate e non discusse". Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala in un video pubblicato su 'Facebook', sull'ordinanza della regione Lombardia che obbliga chi esce a coprire naso e bocca.

"Certo è che chi è responsabile della sanità deve fornire le mascherine perché non ne arrivano. La mia personalissima opinione - ha chiarito Sala - è che sia arrivato il momento di regolamentare il prezzo nelle farmacie. Non è una cosa normale, ma questi non sono momenti normali e a mio parere va fatto". 

Sala a Salvini: "Se vuole le chiese aperte chieda alla Regione"

Quindi una tirata d’orecchie a Salvini che ieri aveva chiesto di riaprire le chiese per  la Pasqua perché, per sconfiggere il virus, serve "anche la protezione del Cuore Immacolato di Maria" (sic!).

"Oggi è la domenica delle Palme - ha proseguito il sindaco, che parteciperà a una messa privata in Duomo con il governatore Attilio Fontana e il prefetto Renato Saccone - e mi sono sempre imposto di evitare polemiche e di usare toni moderati. Però a Matteo Salvini devo rivolgere un'osservazione e una domanda visto che chiede la riapertura delle chiese per Pasqua". 

"Io non sono d'accordo perché penso che la propria fede possa e debba essere un fatto personale, privato, in questo momento. La domanda è: se tu vuoi veramente aprire le chiese, se non è solo un titolo, allora devi chiedere a Lombardia e Veneto, regioni che governi, di fare un'ordinanza sennò - ha concluso Sala - siamo sempre alla ricerca delle parole e dei fatti".

Mascherine, scontro tra Regione e Protezione Civile. Borrelli: "Non le metto, rispetto le distanze"

E proprio sul tema delle mascherine è nato l'ennesimo scontro tra la Regione Lombardia e il capo della protezione civile, Angelo Borrelli, che in conferenza stampa ha ammesso di non usare la mascherina ma di rispettare "le distanze e le regole di prudenza".  

"In Lombardia, sul coronavirus chiediamo il rispetto della distanza sociale e di proteggere naso e bocca. Dato che stiamo ancora aspettando le mascherine che Borrelli ci ha promesso, noi lombardi lo faremo come potremo, perché ci rispettiamo. Tutti insieme lottiamo per uscire da questo incubo", le dure parole dell’assessore al Bilancio, Davide Caparini. "Il commissario, invece, oltre a fare dichiarazioni incoscienti che sta facendo?".

Ancora più duro Fabrizio Sala, vicepresidente del Pirellone: "Le parole del capo dipartimento della Protezione civile nazionale ci lasciano a dir poco basiti. Di fatto, Borrelli prende nettamente le distanze dal nostro provvedimento - ha detto Sala - sulla necessità di coprire le vie respiratorie quando si esce di casa. Un modo di comportarsi che non esitiamo a definire imprudente e che davvero fatichiamo a comprendere. Non capiamo se si stia sottovalutando il diffondersi del contagio o se ci sia una mancanza di approfondita conoscenza di ciò che è successo nelle aree maggiormente colpite nel mondo".

La precisazione di Borrelli: "Le mascherine sono importantissime"

Nel tardo pomeriggio, nel corso della consueta conferenza stampa per fare il punto sull'emergenza Covid, Borrelli ha chiarito il significato delle sue parole: "Ho detto che non indosso la mascherina perché negli ambienti in cui mi trovo posso rispettare le misure di distanziamento sociale. L'ordinanza della Lombardia va rispettata. E' importantissimo l'uso della mascherina negli ambienti in cui non si riesce a rispettare la distanza in modo rigoroso - ha affermato il capo della Protezione Civile -, nella metropolitana o nei supermercati. Le mascherine evitano la diffusione del contagio, io sono qui dentro tutto il giorno e non porto la mascherina perché non posso trovarmi esposto al rischio con più persone nello stesso ambiente". 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mascherine, Borrelli: "Non le porto". Polemiche dopo l'ordinanza della Lombardia

Today è in caricamento