Martedì, 9 Marzo 2021

"A Milano e Napoli la situazione è esplosiva"

L'infettivologo Massimo Galli non usa mezze parole: "Per evitare il punto di non ritorno bisogna intervenire presto"

La fila di pazienti in attesa di effettuare il tampone per il coronavirus davanti ad un laboratorio di analisi in piazzetta Esedra, Napoli, 19 ottobre 2020. ANSA / CIRO FUSCO

"La situazione è esplosiva, specialmente a Milano e a Napoli". Non usa mezzi termini Massimo Galli, infettivologo dell'ospedale Sacco di Milano, secondo cui occorre "intervenire presto, per evitare il punto di non ritorno". Per Galli le misure contenute negli ultimi due Dpcm non siano sufficienti: "Occorre agire adesso, con misure energiche ma ancora sostenibili".

Galli: "Solo con nuove misure si può evitare il lockdown"

Sulle colonne del "Fatto Quotidiano", l'infettivologo lancia un appello alle istituzioni firmato anche da altri infettivologi, virologi ed esperti di sanità pubblica, fra i quali Mario Faccini, responsabile della Medicina preventiva dell'Ats Milano, e Marco Rizzi, capo infettivologo al Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

"Solo immediati provvedimenti rigorosi circoscritti agli ambiti territoriali più critici possono evitare in un prossimo futuro generalizzati provvedimenti restrittivi di difficile sostenibilità", si legge nell'appello. "Tutti coloro che possono lavorare o studiare da casa – prosegue il documento - siano messi nelle condizioni di farlo da subito; nelle aree in cui non fosse possibile gestire in modo adeguato i trasporti si attui subito la didattica a distanza per scuole superiori e università; si valuti rapidamente ove necessario il blocco delle attività ludiche e ricreative, in aggiunta agli stop già decisi e alla massiccia attivazione dello smart working".

L'ordinanza della Regione Lombardia sul coprifuoco

Intanto in tarda mattinata la Regione Lombardia ha emanato l'ordinanza firmata dal presidente Attilio Fontana e dal ministro della Salute Roberto Speranza con cui si decide il coprifuoco dalle 23 alle 5 a partire da giovedì 23 ottobre. Nell'ordinanza si specifica che sono consentiti solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza, oppure per motivi di salute, mentre è in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio. Per i trasgressori sono previste sanzioni fino a 3mila euro. 

Coprifuoco dalle 13 alle 5: in Lombrdia entra in vigore la nuova stretta

(In basso Massimo Galli)

massimo galli ansa-3

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"A Milano e Napoli la situazione è esplosiva"

Today è in caricamento