Giovedì, 21 Ottobre 2021
Attualità Milano

Coronavirus, morto Valter Cusani, ex medico delle giovanili dell'Inter: "Una grande persona"

Il direttore del Policlinico di Milano in un post su Facebook: "Morto il mio maestro"

"Il coronavirus ha portato via il mio vecchio capo, dottor Valter Cusani, primo medico, direttore medico dell’Inam - poi Ussl, Asl - di piazzale Loreto via Doria Milano".

A scriverlo su Facebook, visibilmente commosso, è Basilio Tisio, direttore del Policlinico di Milano, che ha voluto ricordare così quello che lui stesso definisce il suo maestro, stroncato dal coronavirus. "Sono arrivato a Milano che avevo poco più di 25 anni e sono stato il suo vice, per poi sostituirlo, per quasi 10 anni. Mi ha sempre trattato come un figlio e mi ha insegnato tanto: una grande persona ed un ottimo professionista", il commiato di Tisio. 

"Condividevamo la grande passione per l’Inter, di cui era medico delle giovanili. In quegli anni anche io collaboravo con lui e siamo stati, come medici, vicini a tanti ragazzi, alcuni dei quali sono poi diventati grandi campioni. Era in pensione da trent’anni. E con la pensione e l’addio di tanti della sua generazione, l’oblio", scrive il medico.

"Sono vicino alla moglie ed ai suoi due figli oltre che ai nipoti ed al genero: tutti miei amici di un tempo e che con tantissimo piacere ogni tanto ho incontrato ancora. Ecco, quando si parla della grande generazione che ha ricostruito l’Italia dopo la guerra portandola ad essere una delle nazioni più importanti del mondo, si parla di persone come lui - rivendica Tisio -, che sono state grandissime e poi il tempo...". 

"Ragazzi, studiate il vostro passato e fatene tesoro per il futuro, prendendo esempio. Maurizio ho ancora il tuo libro di poesie, “Spicchi di metropoli”. Tuo padre me lo regalò con tanto orgoglio. E ricordo ancora la grande tenerezza con cui ci raccontava della sua figliola, del matrimonio, di quanto l’amasse", scrive ancora il direttore del Policlinico scavando nel suo personale libro dei ricordi. "Grazie dottor Cusani dal tuo allievo, forse, prediletto. Mi hai dato davvero tanto. E grazie soprattutto dalla grande Inam di piazzale Loreto, che - conclude - era la più grande e la più importante d'Italia, quando a Milano la sanità territoriale funzionava davvero bene".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, morto Valter Cusani, ex medico delle giovanili dell'Inter: "Una grande persona"

Today è in caricamento