Venerdì, 14 Maggio 2021
Bergamo

Nuova zona rossa in provincia di Bergamo: a che punto siamo?

L'ipotesi per Alzano e Nembro è sempre in piedi. L'assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera: "Ai cittadini della bergamasca dico di iniziare a rimanere in casa, per la loro salute e per quella della comunità". La decisione spetta al governo

Esiste l'ipotesi di istituire una nuova zona rossa in provincia di Bergamo per limitare la diffusione del coronavirus - Foto Ansa (archivio)

Zona rossa in una piccola parte della provincia di Bergamo: a che punto siamo? "Sono i tecnici e la scienza che ci stanno indicando le soluzioni da adottare. Noi con più coraggio le stiamo portando avanti, il governo è stato un po' altalenante e tiepido ma finalmente mi sembra inizi ad assumere posizioni forti. L'Istituto superiore di sanità dice che in un'area della bergamasca, in relazione ai molti contagi presenti, sarebbe opportuno realizzare un zona rossa, condividiamo questa posizione ma è il governo che deve prendere una decisione". Lo ha detto a "Start", su Sky TG24 l'assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera rispondendo a una domanda sulla possibilità di una nuova zona rossa nell'area della provincia di Bergamo. "Ai cittadini della bergamasca - ha concluso Gallera - dico di iniziare a rimanere in casa, per la loro salute e per quella della comunità".

Zona rossa in provincia di Bergamo: si attende la decisione

E' ancora in piedi l'ipotesi di allargamento della zona rossa (o meglio, una nuova zona rossa) in parte della provincia di Bergamo (nell’area tra Alzano lombardo e Nembro) dove negli scorsi giorni c'è stata un'impennata di casi di coronavirus, una crisi simile a quella di Lodi, il grande focolaio iniziale.

Per adesso è slittato il decreto ministeriale che avrebbe potuto istituire la zona rossa nei comuni di Alzano e Nembro. La decisione dovrebbe arrivare a breve ma non a brevissimo, ma non pare essere questione di ore per intenderci. Con l'eventuale nuova zona rossa partirebbero una serie di divieti, sospensioni e deroghe a livello generale che saranno poi messe a punto dalla prefettura. Il prefetto convocherebbe quindi il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica con i rappresentanti di tutte le forze dell’ordine e delle istituzioni per applicare nel concreto i dettagli del provvedimento.

Il decreto riguarderebbe circa 25 mila persone. L'eventuale zona rossa ad Alzano e Nembro comporterebbe per i cittadini che vivono nella zona - tra le altre cose - il divieto di allontanamento e di accesso, la sospensione di manifestazioni di qualsiasi tipo, la quarantena per coloro che hanno avuto contatti stretti con casi confermati di malattia, la chiusura delle attività commerciali tranne quelle per l’acquisto di beni di prima necessità, la limitazione dell'operatività degli uffici pubblici, la sospensione delle attività lavorative per le imprese, a esclusione di quelle che erogano servizi essenziali e di pubblica utilità e di quelle che possono essere svolte in modalità domiciliare. In ogni caso, bisogna attendere le comunicazioni ufficiali e la decisione spetta solo e soltanto al governo.

Coronavirus, scuole chiuse da oggi: tutte le (possibili) misure di sostegno ai genitori

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova zona rossa in provincia di Bergamo: a che punto siamo?

Today è in caricamento