Venerdì, 30 Luglio 2021
Attualità

Coronavirus, Papa Francesco: "La gente ha fame, c'è chi non può lavorare"

"Chi non può lavorare o non aveva un posto fisso è allo stremo per colpa della pandemia. Cominciamo a vedere già il dopo. Verrà più tardi ma comincia adesso", dice il Pontefice

La preghiera di Papa Francesco in Piazza San Pietro, venerdì 27 marzo 2020. Foto Ansa

Ieri la preghiera per la fine della pandemia da coronavirus in una piazza San Pietro deserta. Oggi, all'inizio della messa nella chiesa di Santa Marta, Papa Francesco ha usato queste parole per descrivere il momento drammatico: "In questi giorni, in alcune parti del mondo si sono evidenziate alcune conseguenze della pandemia. Una è la fame. Si comincia a vedere gente che ha fame perché non può lavorare, perché non aveva un lavoro fisso. Cominciamo a vedere già il dopo. Verrà più tardi ma comincia adesso. Preghiamo per le famiglie che incominciano ad avere bisogno a causa della pandemia".

Parole forti pronunciate nella messa alla cappella di Casa Santa Marta, la ventesima in diretta streaming dopo la sospensione, in Italia e altri Paesi, della celebrazione eucaristica con la partecipazione dei fedeli a causa della pandemia di coronavirus.

Nell'omelia, il Papa ha ricordato anche i sacerdoti e le suore "che non hanno dimenticato di appartenere al popolo e continuano ad aiutare poveri e malati anche in questo periodo".

Coronavirus, la preghiera di Papa Francesco nella piazza vuota: "Nessuno si salva da solo"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Papa Francesco: "La gente ha fame, c'è chi non può lavorare"

Today è in caricamento