Giovedì, 28 Ottobre 2021
Attualità Milano

"Non è vero che lasciamo morire i pazienti, non è vero che scegliamo in base all'età"

Le parole di Roberto Fumagalli, direttore del Dipartimento di anestesia e rianimazione dell'ospedale Niguarda di Milano: "Chiarezza sulla situazione nei reparti e stop alle fake news"

"Non è vero che lasciamo morire i pazienti, non è vero che non intubiamo i pazienti anziani, non è vero che scegliamo chi curare in base all'età". Sono le parole di Roberto Fumagalli, direttore del Dipartimento di anestesia e rianimazione dell'ospedale Niguarda di Milano dopo che nei giorni scorsi erano apparsi messaggi social e audio su WhatsApp che descrivevano "scenari non corrispondenti al vero in merito alle situazioni nelle Rianimazioni di alcuni ospedali lombardi dove si curano i pazienti affetti da coronavirus", precisano dall'ospedale.

Gli inviti del professor Fumagalli, in prima linea insieme ai medici lombardi per contrastare il virus, sono due: "Affidatevi solo alle fonti d'informazione ufficiali. Se volete fare la vostra parte attenetevi alle raccomandazioni anti-contagio del ministero e non diffondete le fake".

Qui sotto, il video dal canale YouTube del Niguarda con le parole del dottor Roberto Fumagalli. 

L'ospedale Niguarda scende in campo direttamente contro le fake news e denuncia alla polizia l'esistenza di alcuni audio diventati virali su Whatsapp che danneggiano lo sforzo incredibile che lì dentro - come in tutte le altre strutture della sanità italiana, stanno portando avanti da settimane. Si tratta di audio dove presunti medici e operatori sanitari raccontano notizie false sulla gestione dell'emergenza del coronavirus. Il tono delle registrazioni è tale da destare allarme nei cittadini e da promuovere la viralità della bufala. In particolare, come ha spiegato la questura di Milano in una nota, il 10 marzo il direttore generale dell'Asst Niguarda si è recato di persona presso il posto di polizia all'interno del nosocomio - uomini del Commissariato Greco Turro - per sporgere querela. Qui gli ulteriori dettagli

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non è vero che lasciamo morire i pazienti, non è vero che scegliamo in base all'età"

Today è in caricamento