Coronavirus, la storia di Franco: "Mi avevano dato per spacciato. E invece eccomi qui"

Il racconto di un 79enne di Novafeltria: "Grazie agli angeli in camice sono tornato a vivere"

Franco Cesare Sebastiani

"Grazie agli angeli in camice sono tornato a vivere". Franco Cesare Sebastiani, 79 anni di Novafeltria (Rimini), è riuscito a sconfiggere il coronavirus dopo aver passato due settimane attaccato ad un ventilatore.  Di quel periodo passato immobile nel letto non ricorda nulla: come tanti pazienti covid-positivi nei momenti più duri della malattia era sedato e non cosciente, ma sa benissimo che senza i medici e gli infermieri dell’ospedale Infermi di Rimini forse non ce l’avrebbe fatta. Il 79enne, si legge una nota della Ausl Romagna, è convinto di aver contratto il covid al compleanno della nipotina "che abita fuori regione". 

Qualche giorno dopo essere rientrato a casa “ho iniziato ad avere la febbre” racconto l’uomo. “Ho preso la tachipirina e all’inizio si è abbassata, ma poi è tornata molto alta e facevo fatica a respirare. Allora ho deciso di andare al Punto di Primo soccorso di Novafeltria”. E lì cosa è successo? "I medici - dice l’uomo -  hanno capito che ero un caso sospetto di Coronavirus. Mi hanno subito isolato e, con una ambulanza attrezzata, mi hanno portato all’ospedale di Rimini".

I medici si sono resi conto immediatamente della gravità della situazione. "Così mi hanno ricoverato in Rianimazione e quasi subito intubato. Di quel periodo non ricordo nulla. Ricordo solo quando mi sono risvegliato". 

Guarisce dal covid: "Mi avevano dato per spacciato"

Anche la riabilitazione non è stata una passeggiata. "Ero molto debilitato - racconta il 79enne - e non mi reggevo in piedi, ma con le fisioterapiste ho iniziato a recuperare la stazione eretta aiutandomi con un deambulatore e ho fatto il primo passo. Poi mi hanno trasferito qui a Novafeltria". E ha ripreso anche i contatti coi suoi famigliari? "Sì, mia moglie, con tutte le cautele del caso, viene a portarmi abiti e altre cose" racconta ancora l’anziano. "Ho potuto parlare al telefono anche con altri conoscenti: mi hanno detto che, per quelle che erano le mie condizioni, mi avevano dato per spacciato. E invece eccomi qui".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 79enne ha voluto lanciare anche un messaggio ai malati e alle loro famiglie: "Ci vuole tanta pazienza e bisogna fidarsi di quello che raccomandano i medici. Bisogna rispettare le regole. Se ci viene detto che è meglio non uscire di casa bisogna fare così, non c’è altro da fare. E poi - dice ancora - vorrei ringraziare tanto e di cuore tutti i medici, infermieri, operatori con cui ho avuto contatto e che si sono presi cura di me. Rianimatori, infettivologi, riabilitatori e specialisti di altri servizi. Tutti molto bravi, professionali, e tanto gentili. Non ce ne è stato uno che abbia avuto un qualsiasi gesto di impazienza o scortesia, nonostante il grande impegno che sopportano. E vorrei fare un complimento anche alle cucine ospedaliere per la qualità e il gusto del cibo. Da zero a dieci, tutti meritano il massimo dei complimenti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in arrivo un altro Dpcm di Conte: ecco le nuove misure dal 14 luglio

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 14 luglio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 9 luglio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 11 luglio 2020

  • Giro d'Italia 2020, tutte le tappe: altimetria, calendario e percorso

  • Mamma controlla il cellulare del figlio e scopre l'orrore: denunciati 20 minorenni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento