Sabato, 31 Ottobre 2020
Il dottor Paolo Ascierto del Pascale di Napoli

Coronavirus e il vaccino italiano: "Non sarà pronto prima di 10-12 mesi"

Le parole del dottor Paolo Ascierto del Pascale di Napoli: "Conosco bene l'azienda italiana che lo sta testando, ma prima di poter usare un vaccino sono necessari alcuni passaggi"

Coronavirus e vaccino, a che punto siamo? Se in Germania (e non solo) si scommette sul siero di CureVac, in Italia sta avendo risonanza la notizia del vaccino studiato dalla Takis, società biotech di Castel Romano (Roma) che si è detta pronta a testarlo sui modelli pre-clinici, sui topolini, con "primi risultati già ad aprile".

"Conosco bene quest'azienda, perché io nella vita tratto i tumori con l'immunoterapia e questa azienda fa vaccini anche contro i tumori. Quello che dicono è reale, ma ovviamente prima di poter usare un vaccino sono necessari alcuni passaggi. Un vaccino non potrà essere pronto prima di dieci mesi-un anno". A dirlo a 24Mattino su Radio24 è Paolo Ascierto, presidente della Fondazione melanoma e direttore dell'Unità di oncologia melanoma, immunoterapia oncologica e terapie innovative dell'Istituto tumori Irccs Fondazione Pascale di Napoli, che sta utilizzando il farmaco anti-artrite reumatoide tocilizumab nel trattamento della polmonite interstiziale da Covid-19. [Qui la nostra intervista].

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Insomma, per Ascierto il vaccino italiano per Covid-19 "non potrà essere pronto per domani mattina". Quanto alle altre sperimentazioni in corso contro il nuovo coronavirus, l'esperto ha parlato della clorochina, che è stata testata in uno studio a Marsiglia. "Viene usata nei pazienti con Covid-19 e polmonite. E' una cosa che hanno già visto i cinesi: dall'inizio dell'epidemia hanno messo in piedi una serie di sperimentazioni e questo farmaco viene usato perché avrebbe un effetto antivirale".

Coronavirus, primo test di un vaccino su un essere umano. Si lavora anche ai farmaci

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Coronavirus e il vaccino italiano: "Non sarà pronto prima di 10-12 mesi"
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...