Venerdì, 7 Maggio 2021
Una fotografia (purtroppo) già vecchia

La variante brasiliana si diffonde in Italia: i preoccupanti dati dell'Iss

Dall'Umbria la nuova mutazione di Coronavirus si è spostata e bisogna fare qualcosa, per cui adesso gli esperti lanciano l'allarme

Pandemia da Covid - FOTO ANSA

In Italia la variante brasiliana del Coronavirus ha raggiunto il 4,3% dei casi, espandendosi dall’Umbria, per arrivare in Lazio e Toscana. E’ il quadro delineato dalla nuova “flash survey” condotta dall'Istituto superiore di sanità (Iss) e dal Ministero della Salute insieme ai laboratori regionali e alla Fondazione Bruno Kessler. Per questo gli scienziati dell’Iss lanciano l’allarme: "Deve essere contrastata con le massime misure di mitigazione“. 

Ora dunque a fare paura è la variante brasiliana del Covid, mentre ormai ci si è abituati all’idea di avere a che fare con la più contagiosa variazione inglese, che ormai in Italia sta diventando quella prevalente. Ecco perché, sempre secondo gli esperti dell’Istituto, servono barriere più alte anche per fermare l’avanzata del gene inglese con interventi al fine “di contenere e rallentare la diffusione delle varianti, rafforzando/innalzando le misure in tutto il paese e modulandole ulteriormente laddove più elevata é la circolazione, inibendo in ogni caso ulteriori rilasci delle attuali misure in atto".

covid le varianti in italia-2

Anzi la variante inglese rischia di diventare quella prevalente già nella prima metà di marzo. Il motivo lo ha spiegato lo stesso Silvio Brusaferro dell’Iss quando dice che “la variante inglese è prevalente ed ha una elevata capacità di diffusione tra le fasce di popolazione più giovane”. Non solo perché si diffonderebbe anche più velocemente del 35 - 40% rispetto al primo Coronavirus arrivato in Italia. Se non altro c’è un lato positivo e cioè che non esistono evidenze scientifiche che possano certificare una presunta capacità della inglese di aggravare le condizioni dell’eventuale paziente. Poco si sa della brasiliana. 

Poi c’è la Sudafricana, individuata al confine con l’Austria e la nigeriana, che proprio oggi è stat individuata e isolata all’ospedale di Brescia, dove si sta cercando di capire se sia un caso isolato o si sia già propagata. 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La variante brasiliana si diffonde in Italia: i preoccupanti dati dell'Iss

Today è in caricamento