rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Tracce

Covid, così due anni fa iniziò tutto: l'avviso urgente del 31 dicembre 2019

La Commissione sanitaria di Wuhan spedì all'Oms la segnalazione di casi di polmonite non identificata in un mercato del pesce: da allora 5 milioni e mezzo di morti

Due anni fa oggi, era il 31 dicembre 2019. La Commissione sanitaria di Wuhan invia un avviso urgente, segnalando casi di polmonite non identificata in un mercato del pesce. È il primo riferimento ufficiale a quella che diventerà una pandemia. All'epoca il virus non era ancora stato identificato. Intorno all'autunno del 2019, le autorità sanitarie della città di Wuhan in Cina (circa 11 milioni di abitanti), riscontrarono i primi casi di pazienti che mostravano i sintomi di una "polmonite di causa sconosciuta".

La diffusione della malattia venne comunicata per la prima volta dalle autorità cinesi all'organizzazione mondiale della sanità l'ultimo giorno del 2019. Il ceppo responsabile della pandemia è stato identificato nei primi giorni di gennaio 2020 e denominato ufficialmente Coronavirus 2 della Sindrome Respiratoria Acuta Severa, abbreviato SARS-CoV-2. Il genoma del SARS-CoV-2 è stato per prima sequenziato e pubblicato il 10 gennaio 2020. L'11 febbraio 2020 l'OMS ha annunciato che la malattia respiratoria causata dal nuovo coronavirus è stata chiamata COVID-19.

Da allora, nel mondo sono stati accertati 286 milioni di casi e 5 milioni e 400mila morti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, così due anni fa iniziò tutto: l'avviso urgente del 31 dicembre 2019

Today è in caricamento