rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
I dati

Covid, quanti sono i pazienti in terapia intensiva e cosa è cambiato in un anno

Nel report dell'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali il raffronto tra marzo 2021 e marzo 2022. In area critica l'occupazione è del 5%: lo scorso anno era quasi 7 volte di più. Tutti i numeri

Il 5% contro il 33%. E ancora il 13% contro il 37%. In questi numeri la fotografia di come è cambiata la situazione ospedaliera per i pazienti Covid dallo scorso anno a oggi. Secondo gli ultimi dati dell'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas), nelle ultime 24 ore in Italia l'occupazione delle terapie intensive da parte di pazienti positivi al virus è stabile al 5%, esattamente un anno fa era a quota 33%.

E' ferma, invece, al 13% l'occupazione dei posti letto nei reparti ospedalieri di area non critica. Un anno fa di questi tempi era quasi il triplo, toccando il 37%. Lo indicano i dati del monitoraggio dell'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas), aggiornati al 13 marzo 2022, confrontati con quelli del 13 marzo 2021.agenas 14 marzo-2

Nel dettaglio, rispetto allo scorso anno 2022, l'occupazione di posti letto in terapia intensiva da parte di pazienti con Covid 19 cala in Emilia Romagna (al 6%) mentre cresce in Campania (5%), Pa Bolzano (2%) e Sardegna (9%). E' invece, stabile in Abruzzo (al 7%), Basilicata (1%), Calabria (7%), Friuli Venezia Giulia (5%), Lazio (8%), Liguria (6%), Lombardia (4%),Marche (5%),Molise (5%),Piemonte (4%), Pa Trento (2%), Puglia (6%), Sicilia (8%), Toscana (7%), Umbria (6%), Valle d'Aosta (3%) e Veneto (3%).

L'occupazione dei posti letto nei reparti "non critici" da parte di pazienti con Covid, invece, scende nelle Marche (11%), a Bolzano (10%), in Sardegna (19%), Te oscana (12%); mentre torna a crescere in Abruzzo (al 20%), Molise (13%) e Trento (7%). Il tasso è stabile nelle restanti 14: Basilicata (al 24%), Calabria (28%), Campania (13%), Emilia Romagna (12%), Friuli Venezia Giulia (11%), Lazio (16%), Liguria (15%), Lombardia (7%), Piemonte (9%), Puglia (19%), Sicilia (22%), Umbria (23%), Valle d'Aosta (13%) e Veneto (7%). 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, quanti sono i pazienti in terapia intensiva e cosa è cambiato in un anno

Today è in caricamento