Lunedì, 25 Ottobre 2021
Il punto

Covid, aumentano le regioni in verde nella mappa Ecdc (ma il Sud è rosso)

Il quadro della situazione epidemiologica aggiornato dal Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie: salgono a quattro le Regioni in verde

Aumenta la presenza del colore verde per le regioni italiane, anche se ne restano ancora tre in rosso. Questo il quadro sulla epidemiologica Covid-19 nel nostro Paese, delineato nella mappa dell'Ecdc, il Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie, in base all'incidenza dei casi positivi a 14 giorni ogni 100mila abitanti, combinata con il tasso di positivi sui test effettuati.

Mappa Ecdc: quattro regioni in verde, tre in rosso

Nella mappa aggiornata oggi salgono a 4 le regioni in verde, concentrate in particolare a Nord, tranne una: alla Valle d'Aosta, già presente nella fascia di minor rischio, si aggiungono Piemonte, Lombardia e Molise. Il resto della Penisola ha una predominanza di giallo, mentre a Sud risultano ancora in rosso Basilicata, Calabria, e Sicilia.

mappa-ecdc-23-settembre-2021-2

Ampliando lo sguardo a livello europeo, spiccano in verde la Danimarca, la Repubblica Ceca tranne qualche piccola parte del Paese in giallo, buona parte dell'Ungheria e la regione delle Asturie in Spagna.

A cosa serve la mappa e come sono decisi i colori

I colori delle zone a rischio covid simulano l'applicazione della raccomandazione sulle restrizioni di viaggio interne all'Ue. Quelle dell'Ue sono raccomandazioni, e non obblighi, il cui obiettivo è ovviamente contrastare la diffusione del Sars-CoV-2 in Europa. Per chi proviene da una regione in "rosso scuro" gli Stati membri dovrebbero richiedere di effettuare un tampone prima dell'arrivo e trascorrere un periodo di quarantena. Si tratta di raccomandazioni e non di misure restrittive imposte dai governi.

Con il colore rosso scuro vengono indicati i territori in cui il tasso di notifica di nuovi casi negli ultimi 14 giorni è superiore a 500 persone ogni 100mila abitanti. Le regioni si trovano invece in zona rossa se l'incidenza è tra i 50 e i 150 casi ogni 100mila abitanti e il tasso di positività dei tamponi è superiore al 4% o quando l'incidenza è superiore ai 150 ma inferiore ai 500 casi ogni 100mila abitanti, anche in caso di minore tasso di positività ai tamponi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, aumentano le regioni in verde nella mappa Ecdc (ma il Sud è rosso)

Today è in caricamento