Giovedì, 15 Aprile 2021

Covid, tornano i divieti? De Luca: "Valuterò se chiedere limitazioni alla mobilità tra le regioni"

Se la situazione dei contagi non migliora il presidente della Regione Campania chiederà al governo di ripristinare i limiti alla mobilità. "L'apertura delle frontiere è stata una scelta sbagliata"

Vincenzo De Luca

A fine agosto "vedremo se chiedere o no al governo di ripristinare la limitazione della mobilità intraregionale. Speriamo si possa spostare solo chi ne ha necessità. Lo faremo fra una settimana circa con grande determinazione. Ci regoleremo anche sulla base del contagio in altre regioni. Nel frattempo aiutateci, mettetevi questa mascherine. Dateci una mano". Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nell'ormai consueta diretta facebook del venerdì. Tornano regole e divieti? È ancora presto per dirlo, ma De Luca ha fatto capire che se il trend continuerà ad essere quello di questi giorni, sarà tra i primi a chiedere una nuova "stretta", in primis agli spostamenti tra le regioni.

 "C'è stata una ripresa dei contagi da Covid-19 in tutt'Italia in questi giorni", ha dichiarato ancora De Luca. "Ho assistito con sconcerto al fatto che alcune Regioni del Nord abbiano ritenuto di non rendere obbligatorio per i loro concittadini rientrati dall'estero il tampone e l'isolamento domiciliare e guardo con preoccupazione a queste scelte poco responsabili".

De Luca boccia anche la scelta del governo di aprire la circolazione con i Paesi stranieri. "C'è stata una ripresa dei contagi in tutta Italia" e una delle ragioni "è data da una scelta sbagliata del governo nazionale: l'apertura totale delle frontiere in uscita e in entrata senza alcun controllo". Per il governatore "questa scelta ha penalizzato il nostro Paese ed è il motivo per cui la Regione Campania ha adottato un'ordinanza già il 12 agosto con la quale abbiamo reso obbligatorio, per i cittadini campani che rientravano dall'estero, i tamponi e l'isolamento domiciliare per 14 giorni o fino al momento di espletamento del tampone e di comunicazione del risultato. Come sempre, abbiamo anticipato anche decisioni che il governo nazionale ha preso dopo".

Secondo De Luca, un'altra ragione alla base della ripresa dei contagi in tutta Italia è "il rilassamento generale nel nostro Paese e in alcuni settori delle attività economiche, molte di queste legate al tempo libero. Ci sono stati episodi di non rispetto delle norme di sicurezza, con assembramenti di migliaia di giovani in condizioni tali da diffondere il rischio. Abbiamo avuto un abbassamento dell'età delle persone contagiate, siamo a una media di 30 anni per le persone contagiate negli ultimi tempi".

Quanto alle nuova ordinanza sulle mascherine, “se il governo decide che alle 18 bisogna indossarla, bisogna fare i controlli, altrimenti meglio non fare ordinanze piuttosto che farle e constatare che nessuno le osserva. Sarebbe stato preferibile non fare questa ordinanza e fare controlli mirati nei locali dove le distanze non si rispettano. Sarebbe stato utile per non ridicolizzare lo Stato".
 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, tornano i divieti? De Luca: "Valuterò se chiedere limitazioni alla mobilità tra le regioni"

Today è in caricamento