Domenica, 11 Aprile 2021
Cremona

Oltre il coronavirus, a Cremona i chirurghi tornano in sala operatoria: "Un giorno di gioia"

Con tutte le cautele chirurghi, strumentisti e infermieri tornano nelle sale operatorie, che durante il periodo più duro dell'emergenza erano state adibite a terapia intensiva: "Significa tornare alla nostra specialità e offrire risposte chirurgiche ai bisogni di salute dei cittadini"

A Cremona si torna a operare. Foto ASST/Facebook

A Cremona i chirurghi oggi sono tornati in sala operatoria. Un grande segnale di speranza, di "nuova normalità". E’ un giorno di gioia, anche se ci vuole molta prudenza. Mascherina, igiene delle mani e distanziamento sociale. Le tre regole ferree che tutti dobbiamo seguire. Il contagio non è finito. Le foto pubblicate su Facebook dall’ASST di Cremona mostrano come con tutte le cautele e la prudenza dettate dall’emergenza, chirurghi, strumentisti, infermieri tornano in sala operatoria.

"Oggi è un giorno importante che viviamo con gioia, soprattutto perché possiamo occuparci delle nostre rispettive specialità. Dentro l’emergenza abbiamo lavorato insieme ai colleghi, abbiamo seguito l’anestesista, lo pneumologo quasi come fossero dei papà. Abbiamo cercato di offrire la nostra professionalità ai pazienti colpiti da coronavirus. Le sale operatorie erano completamente adibite a terapia intensiva. Uno scenario impensabile sino a tre mesi fa" commentano non senza emozione. "Dopo la sanificazione, vedere le sale operatorie di nuovo attive significa poter tornare alla nostra specialità e offrire, con gradualità, risposte chirurgiche ai bisogni di salute dei cittadini".

E’ poi in corso in queste ore lo smantellamento dell’ospedale da campo dei Samaritan’s Purse, a quasi due mesi di distanza dall’allestimento effettuato in tempi record nel parcheggio del Maggiore di Cremona. Commozione e applausi reciproci tra i sanitari cremonesi e lo staff statunitense.

Il coronavirus è ancora presente, è bene non scordarlo. Fondamentale - ricorda l'azienda sanitaria - è e sarà, a lungo, rispettare le tre M: Mascherina, Mani (igiene), Metro (distanziamento sociale).

Coronavirus, il medico italiano che visita 'porta a porta' finisce sul Time

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre il coronavirus, a Cremona i chirurghi tornano in sala operatoria: "Un giorno di gioia"

Today è in caricamento