rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Attualità

Discoteche chiuse, il tweet di Taffo: "Voi pensate alla musica, le casse le mettiamo noi"

L'agenzia funebre, nota per le sue controverse trovate pubblicitarie, ironizza sulla decisione del governo di chiudere i locali notturni

La chiusura delle discoteche ha innescato la prima polemica post-ferragostiana. Se da un lato ci sono i gestori dei locali e i lavoratori del mondo della notte che chiedono sostegno e compresione, dall'altra ecco un'orda di twittatori soddisfatti della decisione (che auspicavano arrivasse prima).

Dopo il durissimo post di Linus, non poteva mancare l'ironia di Taffo. L'agenzia funebre, nota per le sue controverse trovate pubblicitarie, ha offerto una seconda possibilità agli amanti della nightlife: "Ora che le discoteche sono chiuse possiamo sempre organizzarci per conto nostro. Voi pensate alla musica, le casse le mettiamo noi".

Un tweet provocatorio che ha strappato risate e scatenato l'ironia in rete. "La location è 3 metri sotto terra?" chiede qualcuno, "dai che a settembre si va alle urne" replica un altro. E poi c'è chi ordina una birra al bar: "A me una corona".

Non è la prima volta che Taffo balza agli onori della cronaca per un tweet. Lo scorso novembre, in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, fece scalpore la loro locandina. "Ci sono due tipi di donne", c'era scritto, da una parte una bara e dall'altra la frase "quelle che denunciano", con l'evidente intento, appunto, di spingere le donne a denunciare ogni violenza. Messaggio condiviso, ma sul linguaggio usato più di qualcuno ha avuto da ridire.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discoteche chiuse, il tweet di Taffo: "Voi pensate alla musica, le casse le mettiamo noi"

Today è in caricamento