Mercoledì, 2 Dicembre 2020
Le zone "ad alto rischio"

Le zone rosse in lockdown: anche le passeggiate solo "sotto casa"

Vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dai territori - Regioni o parti di esse - individuati con ordinanza del ministro della Salute. Ma anche all'interno delle zone rosse si potrà uscire di casa solo con l'autocertificazione

Chiusi bar e ristoranti, nelle zone rosse si potrà uscire di casa solo per andare al lavoro, per fare spesa e per "comprovate esigenze". Secondo la bozza del nuovo Dpcm nelle regioni considerate a rischio 'Alto' anche l'attività motoria potrà essere svolta solo vicino a casa.

Nelle zone rosse che ricadono nelle prescrizioni dello scenario 4 sarà infatti "consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona e con obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie". "Sarà altresì consentito lo svolgimento di attività sportiva esclusivamente all'aperto ed in forma individuale". Sono invece sospese le attività "svolte nei centri sportivi all'aperto", così come "tutti gli eventi e le competizioni organizzati dagli enti di promozione sportiva".

Il resto dei movimenti al di fuori da casa subirà delle limitazioni: sarà infatti vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dai territori - Regioni o parti di esse - individuati con ordinanza del ministro della Salute, nonché all'interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. Per questi movimenti è prevista una autocertificazione.

Sono comunque consentiti gli spostamenti strettamente necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza nei limiti in cui la stessa è consentita. Consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. 

La bozza del Dpcm 3 novembre 

Ma quali saranno le zone rosse? Il dpcm specifica che sarà il ministero della Salute a stabilire i territori ad alto rischio, non per forza intere regioni, ma anche singole province. Il responso sulle zone di rischio, la divisione dell'Italia nelle tre fasce - rossa, arancione e verde - così come deciso dal ministero della Salute, arriverà solo domani.

Secondo alcune anticipazioni basate sugli ultimi dati epidemiologici in predicato a colorarsi di rosso sono Lombardia, Piemonte, Trentino-Alto Adige, Valle d’Aosta e Calabria. Zona rossa saranno inoltre vaste aree dell'Alto Adige come già previsto da una ordinanza della provincia autonoma di Bolzano

Nelle zone rosse, vale la pena ribadirlo, oltre a bar e ristoranti, resteranno chiusi anche parrucchieri, barbieri e centri estetici: "Sospese - si legge nella bozza del Dpcm - tutte le attività inerenti i servizi alla persona". E anche le attività che potranno restare aperte sono caldeggiate a privilegiare il ricorso allo smart working. 

Come cambia lo smart working secondo la bozza del nuovo Dpcm 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le zone rosse in lockdown: anche le passeggiate solo "sotto casa"

Today è in caricamento