Il nuovo Dpcm: le regole in vigore da oggi

Il ministro della Salute conferma le norme anti contagio, previsto solo un allentamento dei divieti di viaggio: chi si trova all’estero potrà entrare in Italia per raggiungere "la persona con cui ha una stabile relazione affettiva"

Il Governo approva nuovo dpcm

"Le norme del Dpcm che approviamo oggi sono tutte confermate". Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha confermato le indiscrezioni sul provvedimento che estende le regole dell'emergenza coronavirus. Oggi Lunedì 7 settembre entra in vigore un nuovo decreto del presidente del Consiglio che sarà valido fino al 30 settembre.

In massima parte vengono confermate le regole del 7 agosto e quindi rimarrà l'obbligo di sottoporsi al tampone se si arriva da uno dei sedici paesi considerati a rischio ma chi si trova all’estero potrà entrare in Italia per raggiungere "la persona con cui ha una stabile relazione affettiva, anche se non convivente"

dpcm travel ban-2

Questa l'unica vera novità insieme con le disposizioni che consentono l'inizio dell'anno scolastico.

Nuovo Dpcm Coronavirus

Quanto alle nuove misure per i viaggi all'estero viene confermato obbligo di sottoporsi a tampone per chi torna da 4 Paesi: Croazia, Grecia, Malta, Spagna. Mentre non sarà permesso entrare da Armenia, Bahrein, Bangladesh, Bosnia Erzegovina, Brasile, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana, Kosovo, Montenegro, Serbia e Colombia.  

Confermata quindi la validità dell’ordinanza firmata il 12 agosto dal ministro della Salute Roberto Speranza. Se nell’elenco A dei paesi senza restrizioni vi sono la Repubblica di San Marino e lo Stato della Città del Vaticano, dall’elenco B dei paesi da e per cui sono consentiti spostamenti anche turismo ci sono tutti i Paesi Ue, i Paesi Schengen, Regno Unito e Irlanda del Nord, Andorra e Principato di Monaco, ma non Croazia, Grecia, Malta, Spagna, Romania e Bulgaria.

Per chi viaggia tra Italia e Croazia, Grecia, Malta, Spagna deve presentare un’attestazione di essersi sottoposto, nelle 72 ore antecedenti all’ingresso nel territorio nazionale, a test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone e risultato negativo. Oppure deve sottoporsi al test all’arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine o entro 48 ore dall'ingresso in Italia. Nell’attesa deve stare a casa in isolamento fiduciario. Inoltre deve comunicare subito il suo ingresso nel territorio nazionale al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio, anche se asintomatico. Poi, in caso di sintomi riconducibili al Covid-19, deve segnalare con tempestività la situazione all'Autorità sanitaria e continuare l’isolamento fiduciario.

Bulgaria e Romania fanno invece parte dell’elenco C insieme ai Paesi in cui al rientro in Italia, è previsto l’obbligo di isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria. Pertanto è necessario compilare un’autodichiarazione e si può raggiungere la propria destinazione finale in Italia solo con mezzo privato (è consentito il transito aeroportuale, senza uscire dalle zone dedicate dell’aerostazione).

Nell’elenco D ci sono Australia, Canada, Georgia, Giappone, Nuova Zelanda, Ruanda, Repubblica di Corea, Tailandia, Tunisia, Uruguay: sono consentiti gli spostamenti da/per questi Paesi senza necessità di motivazione, quindi anche per turismo. Al rientro in Italia è necessario sottoporsi a isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria, compilare un’autodichiarazione e raggiungere la propria destinazione finale nel nostro Paese solo con mezzo privato (è consentito il transito aeroportuale, senza uscire dalle zone dedicate dell’aerostazione)

Nessun allentamenti delle norme previste per concerti, stadi e discoteche: tutto rimane chiuso fino a nuovo ordine così come rimane in vigore l’ordinanza che dispone l’obbligo dalle ore 18.00 alle ore 06.00 di usare le mascherine anche all’aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie) dove si verificano assembramenti.

Resterà obbligatoria la mascherina al chiuso, inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza.

Sui mezzi pubblici e scuolabus la capienza è alzata al limite dell’80 per cento con deroga per il trasporto scolatisco che potrà viaggiare con la capienza massima consentita a patto che la permanenza degli alunni sul mezzo non sia superiore ai 15 minuti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nuovo dpcm 07 settembre 2020 bozza (Pdf)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La prima giornata di Garko 'libero' è con Eva Grimaldi e Imma Battaglia (VIDEO)

  • Francesco Testi rompe il silenzio: "Ecco perché a Garko ha fatto comodo fingersi etero"

  • Gabriel Garko rompe il silenzio dopo il coming out: "Camminerò con le mie gambe, ma non sui tacchi"

  • Gabriel Garko finalmente libero ma non da certe montature

  • Gabriele Rossi scrive a Garko dopo il coming out. L'applauso dei vip, da Grimaldi a Monte

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 26 settembre 2020

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento