Martedì, 1 Dicembre 2020

Dpcm: cos'è questa storia delle feste private e delle sei persone a cena

Il dietrofront del premier: nessuno divieto, ma solo una "forte raccomandazione" per evitare i contagi tra conoscenti e in ambito familiare. Via libera a messe e matrimoni con un limite massimo di 30 persone

Foto di repertorio EPA/PETER POWELL via ANSA

Il nuovo Dpcm firmato nella notte dal presidente del consiglio Conte non prevede nessuna restrizione sulle feste a casa, ma si limita a raccomandare per le cene tra non conviventi un limite massimo di sei persone. Dopo le accuse di voler introdurre una misura liberticida, affidando addirittura ai vicini il compito di delazione per conto dello Stato, il Governo ha deciso di fare (parziale) marcia indietro e ripiegare su una formulazione più soft.

Feste private e limite massimo di 6 persone: cosa dice il nuovo Dpcm

Nel testo del Dpcm si legge:

"Restano comunque sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto e al chiuso. Sono vietate le feste nei luoghi al chiuso e all’aperto. Le feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose sono consentite con la partecipazione massima di 30 persone nel rispetto dei protocolli e delle linee guida vigenti. Con riferimento alle abitazioni private, è fortemente raccomandato, nonché di evitare di ricevere persone non conviventi di numero superiore a sei".

dpcm oggi 13 ottobre feste private 6 persone-2

Come stanno le cose? In sostanza il Dpcm del 13 ottobre 2020 vieta espressamente organizzare feste nei locali aperti al pubblico, mentre sono consentite le cerimonie civili o religiose, come i matrimoni e le messe con un limite massimo di 30 persone. Per quanto riguarda le feste private la formula usata è quella della "forte raccomandazione". Non si tratta dunque di un divieto tout court. 

Ricapitolando: 

  • Sono vietate le feste nei locali aperti al pubblico
  • Sono consentite messe, matrionie e cerimonie civili con un massimo di 30 persone
  • È raccomandato ai cittadini di non organizzare feste in casa propria e comunque di non ospitare più di 6 persone. 

Ecco il testo del Dpcm 13 ottobre 2020

Mascherine anche a casa se ci sono persone non conviventi

Nel testo del nuovo Dpcm viene inoltre "fortemente raccomandato" l'uso "dei dispositivi di protezione delle vie respitatorie anche all'interno delle abitazioni private in presenza di persone non conviventi". 

dpcm mascherine casa non conviventi-2

Feste private a casa: come è nata la formula della "forte raccomandazione"

La polemica sulle feste private era nata domenica sera dopo le dichiarazioni del ministro della Salute Roberto Speranza a "Che tempo che fa". "Io ho proposto che vengano vietate tutte le feste, che in questo possono essere evitate" le parole del ministro. Che poi aveva aggiunto. 

"Quando c'è una norma, questa va rispettata e gli italiani hanno dimostrato di non aver bisogno di un carabiniere o di un poliziotto a controllarli personalmente. Ma è chiaro che aumenteremo i controlli, ci saranno le segnalazioni. Io mi fido molto anche dei genitori e nel momento in cui si dà un'indicazione formale io sono sicuro che la maggior parte delle persone la seguirà". 

Ieri si era diffusa anche la voce di possibili controlli delle forze dell'ordine nelle abitazioni private per controllare se i divieti di assmbramento venivano rispettati. La (inevitabili?) polemiche e le accuse di incostutizionalità di una siffata norma hanno però convinto il premier a fare dietrofront.

Scrive oggi "Repubblica":

"Per il resto, feste e ricevi-menti privati e pubblici vengono fermati. Per le prime però dopo aver valutato di porre divieto, come richiesto dal ministro alla Salute Roberto Speranza, il premier Giuseppe Conte ha ritenuto più adeguata una 'forte raccomandazione' a non organizzarle. Su quanto succede nelle abitazioni del resto c’è preoccupazione, visto che quasi l’80% dei focolai si sviluppano in ambito familiare. Anche per questo, oltre alla misura sulle feste, si suggerisce che ai ritrovi in casa non partecipino più di 6 persone, comunque con mascherina, a meno che non siano conviventi. Su questa indicazione le Regioni hanno espresso dubbi". 

Cosa cambia per le feste in casa e le cene tra non conviventi

Una raccomandazione resta però una raccomandazione, come fa notare anche Vitalba Azzollini su Twitter: 

dpcm feste private 6 persone-2

Non c'è dunque alcun divieto di invitare a casa più di 6 persone. Tutto è lasciato alla responsabilità dei singoli.

Il nuovo Dpcm con le regole Covid è stato firmato

Dpcm del 13 ottobre, il testo integrale in Pdf

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dpcm: cos'è questa storia delle feste private e delle sei persone a cena

Today è in caricamento