Sabato, 5 Dicembre 2020

In coda anche di notte per un tampone: la situazione surreale dei drive in

Tra le regioni più in difficoltà ci sono Lazio e Campania, con file fuori dalle strutture che arrivano anche a 10-12 ore. Le immagini

Persone in coda a un drive a Napoli, foto Ansa

Centinaia, migliaia di persone incolonnate in auto, anche durante tutta la notte e fino all'alba, in attesa di capire se si è positivi al nuovo coronavirus. Lunghe code per i tamponi ai drive in, letteralmente presi d'assalto. Il sistema che permette di effettuare un tampone senza scendere dall'auto (e che ha modalità e regole diverse in ogni zona d'Italia), sembra essere in sofferenza soprattutto per l'afflusso massiccio. 

Altro che tamponi rapidi. Con l'impennarsi dei casi di coronavirus e col concreto timore della ripresa della pandemia in autunno, c'è un'enorme mole di test da processare e i tempi per avere il risultato si dilatano. Così come le code. Tra le regioni più in difficoltà ci sono Lazio e Campania.

Code e ore di attesa per i tamponi ai drive in: le immagini

Il Lazio è la prima regione ad aver puntato sul sistema dei drive in. Ora che la richiesta è salita, si registra un aumento di auto, tante ore di coda - anche dodici - e tempi di attesa per avere il risultato che arrivano a cinque o sei giorni, troppi per garantire un contenimento efficace. A Roma, alcuni giorni fa, si sono registrate anche dodici ore di coda per sottoporsi al tampone nella struttura drive in alla Casa della Salute di Labaro, quartiere a nord della capitale. Ore di attesa per un tampone anche sulla Palmiro Togliatti, come si può vedere dal video qui sotto: la fila delle auto incolonnate è interminabile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alessio D'Amato, assessore alla Salute del Lazio, ha annunciato il potenziamento dei drive in, rispetto ai 38 attuali in tutta la regione. L'obiettivo è quello di raddoppiare la rete, sia in modalità pedonale che con automobile, in particolar modo nella città di Roma dove ne sono previsti almeno altri sei nei prossimi giorni.

Drive in: tempi lunghi anche in Lombardia

Anche in Lombardia i tempi rischiano di essere lunghi. Il sistema è diverso da quello del Lazio: attualmente i medici lombardi non prescrivono direttamente il tampone ma ne fanno richiesta all'Ats, che si attiva per effettuare il test, in teoria entro 24 ore. Dal 15 ottobre tuttavia sarà proprio il medico a fare la prescrizione. Non ci sono ancora test rapidi validati a livello regionale. In compenso, a differenza del Lazio, nei laboratori privati si può prenotare il tampone standard, quello molecolare: sono trenta quelli accreditati, e con un centinaio di euro si ha il risultato in giornata.

A Milano ci sono state code anche di 8 ore con l'auto, lunghe chilometri, per poter usufruire del servizio. Tanto che la prefettura ha richiesto alla polizia locale di dedicare personale alla gestione del traffico. 

In coda di notte per un tampone: la situazione surreale di Napoli

Code lunghe centinaia di metri anche in Campania. Davanti ai laboratori del Frullone, una delle postazioni allestite alla periferia settentrionale di Napoli per effettuare i tamponi Covid ai cittadini, c'erano persone in fila dall'alba anche se il servizio dell'Asl comincia teoricamente alle 9. Non sono mancate le polemiche per il rispetto del turno, per i moduli infiniti da firmare e per le lunghe attese. In alcuni casi si tratta di persone che, non avendo avvertito come dovuto il medico di base, non sono inserite nella piattaforma informatica regionale e si presentano direttamente al distretto per sottoporsi al test.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'attesa infinita per i tamponi drive-in: "Siamo fermi da ore, abbiamo ordinato la pizza"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In coda anche di notte per un tampone: la situazione surreale dei drive in

Today è in caricamento