Domenica, 25 Luglio 2021
Rapidi e sicuri

Droni per trasportare materiale sanitario: il progetto della Croce Rossa

L'iniziativa della Croce Rossa italiana, che nelle prossime settimane metterà in campo una flotta di 20 veicoli in grado di portare fino a 15 chili di peso

Uno dei droni della Croce Rossa italiana

Un modo rapido e sicuro per portare in tempi brevi il materiale sanitario sulle isole e luoghi difficili da raggiungere. Con questo obiettivo che parte il progetto messo in campo dalla Croce Rossa Italiana per utilizzare una flotta di 20 droni in grado di trasportare fino a 15 chili di peso, guidati da 50 piloti altamente formati. 

Droni per trasportare materiale sanitario: l'iniziativa della Croce Rossa

L'iniziativa è partita dalla Sicilia alcune settimane fa, come spiegano dalla Croce Rossa: "Questi mezzi raggiungeranno in brevissimo tempo luoghi remoti, colpiti da calamità naturali o difficilmente raggiungibili e saranno utilizzati soprattutto per la consegna di farmaci salvavita, sangue o tamponi". Un primo test, infatti, ha consentito il trasporto di medicinali verso la Gnv Aurelia, una delle navi quarantena che si trovano in rada lungo le coste dell'Isola per l'accoglienza dei migranti.

I piloti Cri, dando vita a una simulazione, hanno fatto alzare in volo un drone delivery a un'altezza di 40 metri da terra che dalla banchina del porto di Trapani ha trasportato farmaci urgenti verso l'imbarcazione. Quella della sorveglianza sanitaria a bordo delle navi quarantena è un'attività che la Cri porta avanti da aprile dello scorso anno, anche grazie al supporto del Comitato regionale siciliano dell'associazione.

La simulazione, a cui hanno preso parte la Prefettura, il Comune di Trapani e la Capitaneria di Porto che ha impiegato due motovedette a garanzia della sicurezza dell'esercitazione, ha visto arrivare a destinazione il drone in un tempo di cinque minuti e trenta secondi, contro i 35 normalmente impiegati dal trasporto via mare con imbarcazioni di medie dimensioni ed è riuscita perfettamente.

Cos'è il drone delivery

Il drone delivery è stato controllato da terra da un pilota, che ha mantenuto sempre un contatto visivo ed è stato coadiuvato da altro personale addestrato a bordo della nave, sempre in costante contatto radio. La Croce Rossa non è nuova nell'operatività in emergenza e soccorso con l'utilizzo di queste tecnologie e ha personale formato attraverso la sua unità Droni, Sapr (Sistema aeromobile a pilotaggio remoto). Tutti i piloti sono formati presso il Centro addestramento nazionale Sapr Cri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droni per trasportare materiale sanitario: il progetto della Croce Rossa

Today è in caricamento