Lunedì, 25 Ottobre 2021
Covid / Francia

Vaccino efficace al 90 per cento contro le forme gravi: lo studio su oltre 20 milioni di persone

"Ciò significa che le persone vaccinate hanno un rischio 9 volte inferiore di essere ricoverate o di morire di Covid-19 rispetto alle persone non vaccinate", spiega all'Afp l'epidemiologo Mahmoud Zureik

La vaccinazione contro il Covid-19 riduce del 90% il rischio di ricovero e morte nelle persone sopra i 50 anni e sembra efficace anche contro la variante Delta, secondo un ampio studio francese pubblicato oggi. "Ciò significa che le persone vaccinate hanno un rischio 9 volte inferiore di essere ricoverate o di morire di Covid-19 rispetto alle persone non vaccinate", spiega all'Afp l'epidemiologo Mahmoud Zureik, direttore della struttura Epi-Phare, che unisce l'Assicurazione Sanitaria (Cnam) e l'Agenzia per i medicinali (ANSM).

Per giungere a questa conclusione, i ricercatori di Epi-Phare hanno confrontato i dati di 11 milioni di persone vaccinate di età superiore ai 50 anni con quelli di 11 milioni di persone non vaccinate nella stessa fascia di età, in un periodo che va dal 27 dicembre 2020 (inizio della vaccinazione in Francia) al 20 luglio. Dal 14esimo giorno successivo all'iniezione della seconda dose, i ricercatori hanno osservato "una riduzione del rischio di ospedalizzazione di oltre il 90%".

Questa osservazione vale per i vaccini di Pfizer/BioNtech, Moderna e AstraZeneca (il quarto autorizzato in Francia, quello di Janssen, è stato utilizzato in proporzioni minori e quindi non è stato incluso nello studio). Per identificare l'impatto della variante Delta, ormai dominante, i ricercatori hanno stimato nello specifico la riduzione del rischio di ricovero nel periodo in cui ha preso slancio in Francia, dal 20 giugno (quindi un mese prima della fine dello studio).

"Questa riduzione" del 90% "vale anche per il rischio di morte durante il ricovero per Covid-19", secondo Epi-Phare.  Altri lavori in tutto il mondo hanno dimostrato che, rispetto ad altre varianti, Delta ha ridotto l'efficacia dei vaccini contro le infezioni. Tuttavia, evitare forme gravi è "il principale obiettivo di salute pubblica", sottolinea il professor Zureik: "Un'epidemia senza forme gravi non è più un'epidemia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino efficace al 90 per cento contro le forme gravi: lo studio su oltre 20 milioni di persone

Today è in caricamento