rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
il punto

Epatiti nei bambini, il punto: "Oltre 700 casi con decine di trapianti"

L'Organizzazione mondiale della sanità dice che il virus che causa le epatiti "comuni" non è stato rilevato in nessuno dei casi

Non è ancora chiarita la causa delle epatiti acute nei bambini. Il fenomeno ha interessato anche l'Italia: nell'ultimo aggiornamento, l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha ribadito che sta continuando a "Lavorare con i paesi per indagare sulla causa delle epatiti nei bambini". Ogni anno si registrano dei casi di epatiti che non si riescono a spiegare con i "normali" virus che le causano, ma in alcuni paesi queste segnalazioni sono state superiori al normale facendo scattare l'allarme. "Finora, i cinque virus che comunemente causano l'epatite non sono stati rilevati in nessuno di questi casi" ha ribadito l'Oms.

A che punto siamo con le epatiti nei bambini

Ad oggi, sono stati comunicati oltre 700 casi probabili di epatiti nei bambini con causa sconosciuta da 34 paesi diversi. Secondo l'ultimo aggiornamento dell'Oms "Almeno 38 di questi bambini hanno avuto bisogno trapianti di fegato e 10 sono morti". Ci sono altri 112 casi sospetti ancora sotto indagine. La maggior parte di questi casi proviene dall'Europa, e in Italia ne sono stati segnalati 29. Al 31 maggio, nella regione europea sono stati segnalati 305 casi di epatite acuta in bambini di età pari o inferiore a 16 anni, di cui 305 classificati come probabili e nessuno come epidemiologicamente correlato, da 17 paesi (Austria (2) , Belgio (14), Bulgaria (uno), Cipro (due), Danimarca (sette), Grecia (cinque), Irlanda (otto), Italia (29), Paesi Bassi (14), Norvegia (cinque), Polonia (tre ), Portogallo (15), Repubblica di Moldova (uno), Serbia (uno), Spagna (34), Svezia (nove) e Regno Unito (155).

epatiti bambini italia europa-2Nell'ultimo aggiornamento, in Italia il 96,3% dei casi erano stati ospedalizzati, con un trapianto. Il 55,6% dei casi sono di sesso femminile e la maggior parte dei casi, il 59,3% ha un'età inferiore a 5 anni.

Cosa dicono i medici sulle epatiti nei bambini e cosa si sa sin qui, in ordine

Le cause probabili

Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) sta lavorando in stretta collaborazione con i paesi coinvolti, l'Oms e altre parti interessate per capire le cause delle epatiti. Secondo l'ultima valutazione rapida del rischio dell'Ecdc, l'attuale ipotesi principale è che un cofattore che colpisce i bambini piccoli con un'infezione da adenovirus, che sarebbe lieve in circostanze normali, scateni un'infezione più grave o un danno epatico immuno-mediato. Altre eziologie (es. altri agenti infettivi o tossici) sono ancora oggetto di studio e non sono state escluse, ma sono considerate meno plausibili. La malattia è rara e le prove sulla trasmissione da uomo a uomo rimangono poco chiare.

Bisogna però ricordare che gli Adenovirus non causano generalmente l'epatite, complicazione rara nota in genere tra gli individui immunocompromessi. Secondo l'Istituto superiore di Sanità, le ipotesi al momento in ballo potrebbero essere:

  • La circolazione di una nuova variante che causa epatite grave nei bambini;
  • Una variante già normalmente in circolazione che sta colpendo i bimbi più piccoli immunologicamente non protetti in seguito a una minore circolazione di questo tipo di virus durante la pandemia. In particolare, il ceppo di adenovirus F41 sembra la causa più probabile.

Epatite dei bambini, in Italia 26 ospedalizzati e un trapianto

I sintomi delle epatiti nei bambini

La presentazione clinica dei casi identificati nel Regno Unito risponde a una grave epatite acuta, con livelli alti di enzimi epatici (aspartato aminotransferasi - AST o alanina aminotransferasi - ALT maggiori di 500 IU/L) e la sintomatologia include: ittero, diarrea, vomito e dolore addominale. Alcuni bambini sono stati ricoverati presso Unità di epatologia pediatrica e, in alcuni casi, è stato necessario un trapianto di fegato.

In generale, l'epatite virale è un'infiammazione del fegato causata da un virus. L'Oms afferma che i decessi totali causati dall'epatite virale, inclusi casi acuti, cirrosi e cancro al fegato, hanno toccato circa 1,1 milioni di decessi a livello globale nel 2019. Esistono 5 diversi virus dell'epatite: epatite A, B, C, D ed E. Epatite A ed E si diffondono principalmente attraverso l'ingestione di cibo e acqua contaminati, e la malattia è spesso endemica in paesi con mancanza di acqua potabile e scarse condizioni igienico-sanitarie, ma raramente diventa cronica. L'epatite B si trasmette attraverso il contatto con il sangue o altri fluidi corporei di una persona infetta e circa 296 milioni di persone convivono con questa infezione. L'epatite C si diffonde principalmente attraverso il contatto sangue-sangue, come pratiche di iniezione non sicure e sterilizzazione inadeguata delle apparecchiature mediche. Oggi, 58 milioni di persone convivono con la malattia. L'epatite D si trasmette invece attraverso il contatto con sangue infetto e si verifica solo nelle persone che sono già infette dall'epatite B. 

In totale oltre 350 milioni di persone nel mondo convivono con l'epatite virale. Ogni anno oltre un milione di persone perdono la vita a causa di condizioni legate all'epatite acuta e alle infezioni croniche che causano cancro al fegato e cirrosi. Le infezioni croniche da epatite B e C sono la principale causa di cancro al fegato. Nonostante esistano un vaccino e un trattamento efficace per l'epatite B e una cura per l'epatite C, pochi paesi al mondo sono sulla buona strada per raggiungere l'obiettivo dell'Oms di eliminare l'epatite virale entro il 2030.

Tutte le notizie sulle epatiti nei bambini, su Today

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Epatiti nei bambini, il punto: "Oltre 700 casi con decine di trapianti"

Today è in caricamento