rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Attualità Lecco

Il sindaco che mette in vendita il Comune: "Ci hanno lasciati soli contro lo spopolamento"

La provocatoria iniziativa del primo cittadino di Esino Lario (Lecco) che ha messo in vendita i luoghi simbolo del paese: "Mancano le risorse"

Un paese di 747 abitanti in provincia di Lecco si è messo in vendita. La provocatoria decisione è stata presa dal sindaco di Esino Lario in considerazione dello stato di difficoltà economica del comune, tra tagli e mancanza di risorse.

“Nonostante i nostri tentativi di resistere, purtroppo Esino Lario non ha più le risorse per combattere. Ecco perché il sindaco ha deciso di mettere in vendita tutti i luoghi simbolo del Comune”, si legge sul sito "Vendesi Esino".

Nel 2016 il paese è stato la sede del Raduno Internazionale di Wikipedia. “Un'impresa del genere dimostra che quando coraggio e voglia di fare coesistono, nessun obiettivo è davvero irraggiungibile”, ricorda il sindaco Pensa in un video appello, ma “ogni giorno i piccoli comuni italiani (tra cui il nostro) sono lasciati soli a lottare contro lo spopolamento, la mancanza di fondi e la difficoltà delle istituzioni nel fornire supporto”.

vendesi esino lario-2

“Con questo messaggio mi faccio portavoce di una situazione che accomuna tutti i sindaci delle piccole realtà come la nostra. Si prova a resistere con tutte le forze ma manca la consapevolezza, l’attenzione e le risorse necessarie ad affrontare i problemi che non dipendono dai singoli paesi. Ecco perché ho deciso di accettare una sfida forte per il bene di tutti: metto in vendita Esino Lario. Sono convinto che il futuro dei comuni possa essere garantito solo attraverso maggiori servizi e maggiori risorse, anche se questo vuol dire sacrificare parte del nostro amato patrimonio. Grazie”

In vendita ci sono il Municipio al costo di 200mila euro, una panchina a 280 euro (con tanto di offerta 3x2), il cartello “Benvenuti a Esino Lario” (1250 euro), ma anche lampioni, targhe con l’indicazione delle vie, il parco giochi, le fontane, il cineteatro, la Via Crucis (600mila euro ma con il 15 per cento di sconto) e altri luoghi simbolo, carichi di storia.

esino-2

Pietro Pensa, sindaco di Esino Lario, annuncia: "Metto in vendita il mio comune"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco che mette in vendita il Comune: "Ci hanno lasciati soli contro lo spopolamento"

Today è in caricamento