Mercoledì, 3 Marzo 2021

Chi sono i familiari di primo grado

La sottosegretaria alla Salute, Sandra Zampa, ha parlato di ''pranzo di Natale con i parenti di primo grado'', ma cosa si intende? Facciamo un po' di chiarezza

Foto di repertorio An

Come sarà il prossimo Natale? L'emergenza coronavirus in continua evoluzione non permette di fare previsioni, ma sembra molto difficile vedere nelle prossime festività i classici pranzi e cenoni con famiglia e amici in gran numero. Mentre i virologi temono che una riapertura per le Feste potrebbe provocare una nuova ondata di contagi, il Governo inizia a dare alcune indicazioni. Qualche giorno fa la sottosegretaria alla Salute, Sandra Zampa, ha parlato di ''pranzo di Natale con i parenti di primo grado''. Ma cosa si intende?

Chi sono i parenti di primo grado

Quindi, chi sono, da definizione, i parenti di primo grado? Come spiegato sul sito dell'Inps, la parentela è il vincolo che unisce le persone che discendono dalla stessa persona o, come il codice civile afferma , dallo stesso stipite (art. 74 cod. civ.). I gradi si contano calcolando le persone e togliendo lo stipite:tra padre e figlio c’è parentela di primo grado; tra fratelli c’è  parentela di secondo grado (figlio, padre, figlio = 3; 3 – 1 = 2); tra nonno e nipote, parentela di secondo grado (nonno, padre, figlio = 3; 3 – 1 = 2); tra cugini parentela di quarto grado e così via.

Natale con i parenti di primo grado: c'è confusione

La sottosegretaria Zampa, in un secondo momento ha raddrizzato il tiro sull'argomento: "Questo sarà un Natale da trascorrere insieme a coloro che ciascuno di noi sente essere la propria famiglia, i più intimi amici e i compagni di vita, i fratelli e i figli, i genitori...Non vi sarà, come è ovvio, nessuna norma che regolerà il pranzo di Natale! Contiamo invece sulla saggezza degli italiani che hanno ben compreso la difficoltà di questi mesi e l'insidiosità di questo virus". 

"Leggendo alcuni commenti - ha scritto su Facebook - comprendo che le raccomandazioni del governo in vista del prossimo Natale abbiano destato un certo stupore. Credo sia evidente che non viviamo tempi di normalità e, purtroppo, questa condizione non è destinata a cessare nonostante l'arrivo del periodo festivo".

Sul prossimo Natale rimane un grande punto interrogativo, ma anche se venisse adottata la regola del 'primo grado', esistono comunque dei lati poco chiari, sia per la definizione, sia per le persone che non possono rientrare in questa categoria. Infatti, al momento vige il tetto massimo di sei persone a tavola, ma nel caso del Natale in cui la parentela di primo grado può esserci anche tra i coniugi e i rispettivi genitori, facilmente si potrebbe superare questa quota. Senza dimenticare chi vive lontano da casa e non ha parenti e sarebbe quindi costretto a passare un Natale in solitudine. Inoltre, sarebbe molto complicato effettuare dei controlli per verificare il rispetto di tale ipotetica  regola. Ipotetica appunto, perché al momento si tratta di indicazioni preliminari: soltanto tra qualche settimana, in base all'andamento dei contagi, potremo capire come sarà il prossimo Natale. Quasi certamente, sarà un Natale con i tuoi (per chi può).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi sono i familiari di primo grado

Today è in caricamento