Martedì, 2 Marzo 2021
Il caso / Stati Uniti d'America

Il farmacista che ha distrutto 500 dosi di vaccino è stato arrestato e licenziato

"Era convinto che il siero avrebbe mutato il DNA delle persone sottoposte a vaccinazione", dice la polizia

Foto di archivio Ansa

Lo hanno arrestato per aver rimosso intenzionalmente circa cinquecento dosi di vaccino Moderna (57 fiale) anti covid dal sistema di refrigerazione della struttura sanitaria per cui lavorava, rendendole inutilizzabili e mettendo potenzialmente a rischio la salute delle persone che le avrebbero ricevute. Ora le forze dell’ordine rendono noto che Steven Brandenburg, farmacista dello stato americano del Wisconsin licenziato, aveva compiuto il gesto per le sue posizioni cospirazioniste: era convinto che il siero "avrebbe mutato il DNA delle persone sottoposte a vaccinazione".

Steven Brandenburg, il farmacista che ha distrutto 500 fiale di vaccino è stato arrestato e licenziato

Il farmacista è stato segnalato, licenziato e successivamente arrestato dalla polizia del dipartimento di Grafton nei giorni scorsi con le accuse di attentato alla sicurezza pubblica e danneggiamento di patrimonio farmaceutico. "Si era convinto che non fossero sicuri", ha detto Adam Gerol, procuratore distrettuale di Ozaukee, contea dello Stato del Wisconsin. Il responsabile del gruppo medico della struttura sanitaria presso cui il farmacista lavorava afferma che l’uomo avrebbe deliberatamente rimosso le fiale dal sistema di refrigerazione del centro medico durante la notte dal 24 dicembre al 25 dicembre.

Steven Brandenburg era un dipendente dell'Advocate Aurora Healt, organizzazione sanitaria no profit con sede a Milwaukee con 15 ospedali, 150 cliniche e 70 farmacie in tutto il Wisconsin orientale. Il gruppo sanitario per cui l’uomo lavorava ha preso le distanze dal proprio dipendente, sottolineando che l’accaduto ha costituito una violazione dei valori fondamentali in cui la struttura crede.

Negli Stati Uniti un morto per coronavirus ogni 33 secondi

Nell'ultima settimana negli Stati Uniti vi è stato un morto per covid ogni 33 secondi. Lo riporta la Cnn, sulla base di un'analisi dei dati sulla pandemia della Johns Hopkins University. La settimana scorsa (28 dicembre-3 gennaio) vi sono stati 18.462 decessi legati al coronavirus negli Stati Uniti, con una media di oltre 2600 al giorno. Dicembre è stato il mese con più morti, ben 77.572, con una media giornaliera di 2500. A novembre i morti sono stati 36.964. In precedenza c'era stato un picco ad aprile con 60.738 decessi, seguito da maggio con 41.703.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il farmacista che ha distrutto 500 dosi di vaccino è stato arrestato e licenziato

Today è in caricamento