Lunedì, 17 Maggio 2021

Fedez-Rai, è scontro totale. La versione dell'Ad Salini: "Non abbiamo censurato nessuno"

Viale Mazzini va al contrattacco: "Mai chiesto testi a nessun artista, non accettiamo strumentalizzazioni". Ma Pd e 5 Stelle si schierano con il rapper

A destra l'Ad della Rai Fabrizio Salini, a sinistra il rapper Fedez

La polemica non si placa. Anzi. Tra la Rai e Fedez volano gli stracci. Se il rapper accusa apertamente la tv di Stato di aver provato a censurare il suo discorso sul palco del concerto del primo maggio, i vertici di viale Mazzini vanno al contrattacco. L'antefatto ormai è arcinoto. Nel suo monologo Fedez ha spiegato che il contenuto del suo intervento (o almeno una parte) era stato definito "inopportuno" dalla vicedirettrice di Raitre. A stretto giro era arrivata la smentita della Rai, a cui il rapper aveva a sua volta risposto pubblicando il video della telefonata con i vertici dell'azienda.

Fedez-Rai: la telefonata pubblicata dal rapper e la replica dell'azienda

Tutto finito? Macché. Questa mattina la direzione di Rai3 è tornata sulla telefonata affermando che "l'intervento relativo alla vicedirettrice di Rai3 Ilaria Capitani (l'unica persona dell'azienda Rai tra quelle che intervengono nella conversazione pubblicata da Fedez) non corrisponde integralmente a quanto riportato". Che cosa avrebbe detto Ilaria Capitani? "Le parole realmente dette sono: 'Mi scusi Fedez, sono Ilaria Capitani, vicedirettrice di Rai3, la Rai non ha proprio alcuna censura da fare. Nel senso che… La Rai fa un acquisto di diritti e ripresa, quindi la Rai non è responsabile né della sua presenza, ci mancherebbe altro, né di quello che lei dirà'". E ancora: "Ci tengo a sottolinearle che la Rai non ha assolutamente una censura, ok? Non è questo […] Dopodiché io ritengo inopportuno il contesto, ma questa è una cosa sua".

Questa la posizione della Rai a cui è seguita a stretto giro la contro-replica di Fedez: "Ovviamente metto a disposizione la registrazione integrale della telefonata agli organi competenti della Rai laddove ci fosse la voglia di fare chiarezza su quanto accaduto", si legge in una storia Instagram: "Anche se per ora vedo una gran corsa a discolparsi a prescindere da ciò che è successo".

fedez-12-18

Il caso è deflagrato anche a livello politico con Pd e 5 Stelle schierati compatti a difesa del rapper. "Condividiamo le parole di Fedez e ci aspettiamo che la tv pubblica si scusi" ha fatto sapere il segretario del Pd Enrico Letta. Per Luigi Di Maio, "un paese democratico non può accettare alcuna forma di censura", ma nel M5s ad andarci giù pesante è soprattutto Giuseppe Brescia, presidente della commissione Affari Costituzionali della Camera, che chiede le dimissioni dei dirigenti Rai. "C'è poco da discutere, si colga questa occasione per fare ciò che finora non si è stati capaci di fare: siano rimossi i responsabili di questo scempio e si dia al servizio pubblico la dignità necessaria all'informazione di un Paese civile! Un sincero grazie a Fedez per aver denunciato, non è da tutti". 

Rai, l'ad Salini: "Non abbiamo mai censurato Fedez né chiesto i testi"

Sulla vicenda, diventata ormai una patata bollente per viale Mazzini, interviene anche  l'Ad Rai Fabrizio Salini. "In merito all'intervento di Fedez al Concerto del Primo Maggio, Rai3 ha spiegato di non aver mai censurato Fedez né altri artisti né di aver chiesto testi per una censura di qualsiasi tipo" si legge nella nota dell'amministratore delegato. "Questo deve essere chiaro, senza equivoci e non accettiamo strumentalizzazioni che possano ledere la dignità aziendale e dei suoi dipendenti".

"In questi tre anni - spiega - ho sempre cercato in tutti i modi di garantire che in Rai fosse assicurata pluralità di voci e di opinioni perché ritengo sia il principale obiettivo della mission di Servizio pubblico. Lo testimonia la nostra programmazione tutti i giorni su tutti i canali televisivi, in radio e su RaiPlay. Di certo in Rai non esiste e non deve esistere nessun ''sistema'' e se qualcuno, parlando in modo appropriato per conto e a nome della Rai, ha usato questa parola mi scuso. Su questo - chiarisce Salini - assicuro che sarà fatta luce con gli organizzatori del Concerto, che la Rai acquista e manda in onda fin dalla sua prima edizione, per capire come sia stato possibile soltanto ipotizzare un'aberrazione del genere e se esistano delle responsabilità aziendali".

Cosa prevede il ddl Zan e perché fa discutere

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fedez-Rai, è scontro totale. La versione dell'Ad Salini: "Non abbiamo censurato nessuno"

Today è in caricamento