rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Il caso

Licenziata dal gruppo di famiglia, si chiude il caso di Francesca Amadori

Il gruppo alimentare aveva chiesto un milione e mezzo per danni all'immagine

Si chiude con un accordo extragiudiziale il contenzioso tra Francesca Amadori e l'azienda di famiglia. Francesca Amadori, la nipote di Francesco Amadori, il fondatore del gruppo omonimo, che copriva la carica di responsabile della comunicazione, nel gennaio 2022 era stata licenziata dall'allora amministratore delegato. Da lì la prima udienza nel dicembre 2022 davanti al giudice del lavoro del Tribunale di Forlì, rinviata per verificare la possibilità di trovare un accordo fra le parti prima di arrivare alla sentenza. Accordo raggiunto ieri lunedì 13 febbraio.

"Nella giornata di ieri ha trovato consensuale e positiva conclusione il contenzioso in essere fra Francesca Amadori e l'azienda di famiglia - fanno sapere gli avvocati difensori di Francesca Amadori, Luca Laudato, Domenico Tambasco, Barbara Cortesi, Marco Praino, Andrea Cattaneo, Adele Santelia - La reciproca disponibilità ha reso possibile un accordo che consentisse, in primis, la tutela dell'azienda quale patrimonio della famiglia, dei dipendenti e della collettività intera". "L'azienda augura a Francesca Amadori di poter fruttuosamente intraprendere un percorso professionale diverso, fondato sui suoi 18 anni di presenza in azienda, nel corso dei quali - si legge nella nota - la stessa, ha dimostrato competenza e professionalità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licenziata dal gruppo di famiglia, si chiude il caso di Francesca Amadori

Today è in caricamento